Jentrade / Dizionario Biografico
Jentrade
Premessa
Abbreviazioni
   

DIZIONARIO BIOGRAFICO FRIULANO

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | indice

CANCIANI Alfonso
scultore, medaglista, insegnante (Brazzano, Cormons 11.12.1863 - Trieste 3.10.1955). Emigrato a Vienna come scalpellino, studiò scultura nell'accademia sotto la guida di Hellmer e Kundmann. Ottenne dopo pochi anni il premio Roma ed anche il massimo riconoscimento del tempo: il Künstlerpreis. Realizzò alcune statue di santi per la cattedrale di Santo Stefano, il monumento a Wagner ed un busto di Nietzsche per l'università. Sono opera sua anche lo scettro e la catena d'oro del rettore dell'Università di Vienna. Espose alla secessione viennese ed alle biennali veneziane. I suoi sentimenti italiani gli furono d'ostacolo e la prima guerra mondiale interruppe la sua straordinaria carriera. Ritornato a Brazzano, ottenne un incarico di insegnamento a Trieste dove proseguì la sua attività artistica. Sua, a Gorizia, la Madonna sulla facciata della cattedrale e a Udine i busti dei generali Baldissera e Caneva sotto la loggia del Lionello.



Cfr.: DBI XVII, 747-748; Dam. I, 144-146; F. Caraman, Lo scultore C., PAN 1925 (pp. 102-108); C.E., Scolpisce a novant'anni ancora ritratti di pietra, MV11.12.1953; A.Tomadoni, Lo scultore A.C., in Sot la mont e sot la nape, Cormons 1957; H. Kitzmüller, A. C. a Vienna, Udine 1984; H. Kitzmüller, A. C., in Marian e i paîs dal Friûl oriental, Udine 1986; F. Monai, Antologica a Vienna di A. C., IN I, 1987; M. Masau Dan, Ambiente artistico e movimenti d'avanguardia a Gorizia dal 1900 agli anni trenta, in Friûl di soreli jevât, Gurizze 1989; A.C. Uno scultore friulano nella Secessione viennese, Monfalcone 1992; L.Damiani, Uno scultore friulano nella Secessione viennese.A.C., “Friuli nel mondo” ottobre 1992; L.Damiani, C.e Vienna.Uno scultore friulano alla corte asburgica, “La domenica del Messaggero” 13, 1995.
Indietro