Jentrade / Dizionario Biografico
Jentrade
Premessa
Abbreviazioni
   

DIZIONARIO BIOGRAFICO FRIULANO

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | indice

CADEL Vittorio
pittore, poeta (Fanna 4.10.1884 - Salonicco 1917). Studiò all'Accademia di Venezia, a Firenze e a Roma. Si diplomò a Firenze nel 1908. Fu insegnante di disegno. Pilota militare, cadde nel cielo della Macedonia. Nel 1908 ha pubblicato Fueiz di leria, un libro di versi, scritti nel friulano di Fanna, di notevole valore, che ha già avuto sei edizioni (1908, '29, '68, '74, '84, '90). Le sue poesie sono state tutte tradotte in francese da A.Vallan e parzialmente in inglese.Anche come pittore rivelò ottime capacità. Suoi dipinti nel Museo di Udine e nella parrocchiale di Fanna.



Cfr.: Mar. 949; Alo. 131-132; Dam. I, 41-43; D'Ar. II, 162-163; V. C., CF I, 1922; G. Faggin, La cise in flôr, Udin 1972; I. Reale, Vittorio Cadel uomo dal multiforme ingegno, “Il barbacian” dicembre 1984; L. Straulino, V. C. poeta e aviatore, CF II, 1987; A. Picotti, C. da Fanna. L'uomo, l'artista e il suo paese, Reana del Rojale 1990; I' sielc' peravali', Pordenone 1991; E.S., Un grande friulano in una grande antologia, “Fogolâr furlan di Roma” I, 1993.
Indietro