Jentrade / Dizionario Biografico
Jentrade
Premessa
Abbreviazioni
   

DIZIONARIO BIOGRAFICO FRIULANO

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | indice

CECONI Giacomo
imprenditore, costruttore (Pielungo, Vito d'Asio 29.9.1833 - Udine 18.7.1910). È il costruttore delle gallerie dell'Arlberg (10,2 km.) nel Tirolo e di Bohinj in Slovenia. È opera sua anche la strada Regina Margherita della Val d'Arzino. L'imperatore Francesco Giuseppe lo insignì del predicato nobiliare, confermato più tardi dal governo italiano con il titolo di conte di Montececon.



Cfr.: Mar. 753-762; DBI XXIII, 308-309; L. Zanini, Il conte G. C., Udine 1930; A.Manzano, Partì con la polenta in saccoccia e quando tornò comperò le montagne, MV1.5.1959; L. Zanini, Il conte G. C. nei ricordi di un ingegnere boemo, “Il Friuli” 31.9.1960; L. Zanini, Friuli migrante, Udine 1964 (pp. 106-125); L. Zanini, Il conte G. C. di Montececon, Udine 1965; A. Filipuzzi, Il conte G. C., “Il barbacian” I, 1981; G. Blarasin, Il conte G. C. nei ricordi della gente, SN III, 1990; P. Cedolin, L'inaugurazione della strada Regina Margherita, “Il barbacian” I, 1991; Il Malignani.Una scuola nella storia dell'industria friulana, Udine 1992; S.Tavano, Debolezza goriziana e leggerezza altrui, “Voce isontina” 5.3.1994; G.Bergamini - O.Burelli, Friulani: grandi uomini di un piccolo popolo, Udine 1996; T. Pasqualis, Arlberg 120 anni, “Il barbacian” 2, 2000.
Indietro