Jentrade / Dizionario Biografico
Jentrade
Premessa
Abbreviazioni
   

DIZIONARIO BIOGRAFICO FRIULANO

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | indice

BUGATTO / BUGAT Giuseppe
funzionario statale, uomo politico (Zara 11.9.1873 - Grado 25.2.1948). Di padre originario di Aiello del Friuli. Studiò a Gorizia, si laureò in giurisprudenza a Graz ed entrò nell'amministrazione dello Stato. Fu deputato del Partito cattolico popolare friulano al Parlamento di Vienna dal 1907 al 1918 per Monfalcone-Cervignano. Nel 1909 fu proclamato cittadino onorario di Gradisca in riconoscimento del suo impegno per ottenere l'istituto magistrale della città. Nell'ottobre del 1918, alla caduta dell'Impero austro-ungarico, domandò, esprimendosi anche in friulano, l'autodeterminazione per il Friuli. Fu segretario del Museo lateranense e collaboratore dell'“Osservatore romano”. Nel volume L'attività del Partito cattolico popolare friulano negli ultimi venticinque anni (1894-1918), stampato a Vienna nel 1919 e ristampato a Gorizia nel 1990, descrisse in dettaglio l'opera svolta con L. Faidutti per il Friuli orientale.



Cfr.: DSMC 141-142; T.Tessitori, La risposta dei friulani all'imperatore Carlo, “Il Friuli” ottobre 1968; C. Medeot, I cattolici del Friuli orientale nel primo dopoguerra, Gorizia 1972; I cattolici isontini nel XX secolo, I. Dalla fine dell'Ottocento al 1918, Gorizia 1981; G. D'Aronco, Friuli, regione mai nata, Tricesimo 1983; I. Santeusanio, Pensiero politico e sociale di G. B., IN I, 1984; I. Santeusanio, G. B. il deputato delle “Basse” (1873-1948), Gorizia 1985; G. Nazzi Matalon, L'autonomisim furlan dal 1866 al 1945, GPF VIII, 1990; I.Santeusanio, Il movimento cattolico isontino, IN99, 1992; B.Fontana, Cervignano austriaca, Pieve di Soligo 1994; G.F.Cromaz, Cooperazione cattolica e riforma agraria nel Friuli austriaco (1896-1918), Udine 1994; N.F., Suggestioni dal Parlamento di Vienna, “Voce iosontina” 13.4.1996.
Indietro