Jentrade / Dizionario Biografico
Jentrade
Premessa
Abbreviazioni
   

DIZIONARIO BIOGRAFICO FRIULANO

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | indice

ZUCCHERI Luigi
pittore (Gemona del Friuli 12.3.1904 - Venezia 9.3.1974). Di nobile famiglia friulana, visse perlopiù a San Vito al Tagliamento. Si dedicò alla pittura sotto la guida di Milesi e Martina. È stato definito “pittore classico e felice”. Nel dopoguerra si impose come pittore di animali. «La sua tavolozza parafrasa, con arguta ironia, la realtà contemporanea rifacendosi alle spente gemme cromatiche della pittura veneta tardo cinquecentesca. Quando dipinge l'uomo, lo propone in veste antieroica, svuotato del protagonismo rinascimentale, traslato nel suo immaginario animalesco». (L.Perissinotto). Partecipò alla Biennale di Venezia. Opere nelle Gallerie d'arte moderna di Udine e di Venezia e nel Museo civico di Pordenone.



Cfr.: Alo. 140-150; Dam. II, 71-77; G. Marussi, Z., Venezia 1952; A. Mezio, Il bestiario di L. Z., Milano 1963; V. Rossiti, Artisti udinesi di oggi, Udine 1971; L.Perissinotto, L'angoscia esistenziale dell'uomo tra gli animali di Z., MV 26.1.1982; Pittori del Friuli occidentale e immagine di popolo negli anni trenta e quaranta, Pordenone 1982; T. Maniacco, Arte del primo Novecento in Friuli. L. Z., “Agenda friulana” 1983; L. Damiani, Il pittore rampante, Udine 1985; G.Perocco, Mostra di L.Z., Passariano 1988; U. Pasti, Silenzio per un artista, “Il giornale” 23.12.1990; Vicini alla natura, Udine 1991; P. Rizzi, L. Z., il pittore della naturalezza (film), Udine 1991.
Indietro