Jentrade / Dizionario Biografico
Jentrade
Premessa
Abbreviazioni
   

DIZIONARIO BIOGRAFICO FRIULANO

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | indice

ZARDINI Arturo
musicista, verseggiatore (Pontebba 11.11.1869 - Udine 4.1.1923). Fu emigrante in Carinzia fino al 1888, poi dipendente comunale come applicato di concetto e maestro di musica. Oltre a Stelutis alpinis, considerato come una sorta di inno nazionale friulano, compose parecchi canti diventati famosi: L'emigrant, La gnot di Avrîl, Buine sere čhase scure. Č anche autore di una sinfonia, di una Messa, di marce per banda e di ballabili. Č il piů noto compositore di canti e villotte.



Cfr.: Mar. 1027; D'Ar. II, 222; Per. 285-286; E. Carletti, A. Z. e i suoi canti friulani, CF IV, 1923; E. Morpurgo, A. Z., PAN I, 1924 (pp. 112-116); Cjanz de Furlanie 'eĘradio di Londre, “Patrie dal Friul” 2.6.1946; D. Menichini, A.Z. interprete dell'anima popolare friulana, MV 28.9.1964; A. Deluisa, Il cinquantenario di “Stelutis alpinis”, “Stele di Nadâl” 1968; Celebrazione del Icentenario della nascita di A.Z., Pontebba 1969; B. Rossi, La musica in Friuli, Udine 1979;F. Colussi, A.Z. Un salut 'e Furlanie, Udine 1998; F. Vidoni, Z. compiuta l'impresa di raccogliere l'opera omnia, GAZ 6.1.2000; Omaggio a Z. in castello, MV 30.12.2001.
Indietro