Jentrade / Dizionario Biografico
Jentrade
Premessa
Abbreviazioni
   

DIZIONARIO BIOGRAFICO FRIULANO

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | indice

PORDENONE Odorico Mattiussi da
francescano, esploratore, cronachista (Villanova di Pordenone 1265 c. - Udine 14.1.1331). Ottenuto di consacrarsi alla predicazione missionaria, si recò in Oriente fermandosi tre anni a Pechino. Fu il primo europeo a visitare la capitale del Tibet. Poliglotta, infaticabile apostolo, osservatore curioso di uomini e costumi, al suo rientro (1330) dettò al confratello Guglielmo da Solagna il racconto dei suoi viaggi (1314-1330): Descriptio terrarum o Itinerarium, opera uscita anche in edizione inglese nel 2001, a cura di E. Lupieri. Fu beatificato nel 1755 da Benedetto XIV; nel 2002 è stato avviato il processo di canonizzazione. È stato definito l'apostolo dei cinesi. In una chiesa di Pechino esiste una pala d'altare di un pittore cinese che lo ritrae in atto di evangelizzare gli infedeli. Ad un pianetino scoperto dall'astronomo svizzero J. M. Baur nel 1989 è stato dato il suo nome. La sua salma riposa nella chiesa del Carmine di Udine.



Cfr.: Mar. 124-128; Ben. 39-40; EI XXV; G. B. Gabelli, Vita del Beato O., 1639; V. Tinti, Compendio storico della città di Pordenone con un sunto degli uomini che si distinsero, Venezia 1837; H. Cordier, Odoric de P., Paris 1891; V. Joppi, Bibliografia friulana, PF IV, 1891; G.Ellero, Beato O.da P.e il libro dei suoi viaggi, Udine 1914; A. Saccavino, Sulle orme del beato O., PAN V, 1928 (pp. 369-371); G. Drigani, Nel sesto centenario del beato O., PAN VII, 1930 (pp. 321-335); P. Zampa, I santi del Friuli, Pradamano 1930 (pp. 88-93); F.Fattorello, Coltura e lettere in Friuli nei secoli XIII e XIV, Udine 1934; G. Formentini, Il Beato O. da P. e il suo viaggio asiatico, Università di Roma, a.a. 1938; C. Costantini, La beatificazione di fra O. d. P., NON V, 1955; I grandi del Cattolicesimo, Roma 1958; E. Patriarca, Uno dei grandi: O. d. P., Verona 1960; F. Cargnelutti, Camminò ad oriente. Il beato O. d. P., Udine 1964; A. Cassini, Un'altra occasione perduta. Quel che non s'è fatto nel settimo centenario odoriciano, NON XXV, 1965; Il convegno odoriciano del 1982: G.C. Testa, La città di Pordenone e i manoscritti della 'Relatio'; L. Monaco, I testi dell'“Itinerario”: una tradizione multiforme; C. Schmitt, Il beato O. da P.: appunti per una bibliografia; G. C. Testa, Esiti e propositi al convegno odoriciano del 650°, NON LV, 1982; O. d. P. e la Cina. Atti del convegno storico internazionale, Pordenone 1983; O. d. P. e la Cina. Atti del convegno socio-economico, Pordenone 1983; Odorichus, De rebus incognitis. O. d. P. nella prima edizione a stampa del 1513, Pordenone 1986; G.Bergamini - O.Burelli, Friulani: grandi uomini di un piccolo popolo, Udine 1996; MTurello, Un ponte di cultura tra il Friuli e la Cina, MV 18.11.1998; F. Dal Mas, O., la mia Cina, VC 11.9.1999; M. Turello, Un filo unisce Sgorlon a Odorico, “Il sole - 24 ore” 29.11.1999; Codroipo ricorda O. da P., MV 2.12.2000; F. Dal Mas, La Cina multireligiosa del beato O., “Avvenire” 12.2.2002; G. Stival, Frate Odorico del Friuli, Padova 2002.
Indietro