Jentrade / Dizionario Biografico
Jentrade
Premessa
Abbreviazioni
   

DIZIONARIO BIOGRAFICO FRIULANO

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | indice

LASCIAC (o LASCHACH) Antonio
(Toni Sanrocâr) architetto, verseggiatore (Gorizia 21.10.1856 - Il Cairo 26.12.1946). Studiň a Vienna, Roma e Napoli. Fu premiato per il progetto del tempio israelitico di Roma e per la scuola popolare modello di Torino. Lavorň a Roma, a Perugia, in Egitto (palazzi Kedivali), a Istanbul e a Gorizia. Fu collaboratore dei periodici “L'edilizia moderna” di Milano e “L'Italia artistica e industriale” di Roma. In friulano scrisse, tra l'altro, una breve composizione intitolata Contemplando il magnifico leone di San Marco sul castello di Gorizia, pubblicata nel libro di G. Le Ličvre, Alma mater cordium. Musicň alcune poesie di D. Carrara.



Cfr.: Mar. 979; Dam. I, 164-166; G. Le Ličvre, Casa nostra. Storia antica e cronaca moderna, Udine 1900 (II, pp. 31-33); L. Fabi, Storia di Gorizia, Padova 1991; A. Madriz Tomasi, A.L. bey e le sue poesie in friulano, “Borc San Roc” 1996.
Indietro