Jentrade / Dizionario Biografico
Jentrade
Premessa
Abbreviazioni
   

DIZIONARIO BIOGRAFICO FRIULANO

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | indice

FAIDUTTI Luigi
sacerdote, insegnante, uomo politico (Scrutto, San Leonardo 11.4.1861 - Königsberg, Prussia orientale; oggi Kaliningrad 18.12.1931). Ordinato nel 1884, si laureò poi in teologia a Vienna. Docente al seminario teologico di Gorizia, preposito del capitolo metropolitano, fu la personalità guida del movimento cristiano sociale del Goriziano. Nel 1895 fondò la Cassa rurale di Capriva, nel 1899 la Federazione dei consorzi agricoli del Friuli che nel 1913 contava 99 associazioni aderenti, nel 1900 la Banca friulana di cui fu il primo presidente. Fu consigliere comunale di Gorizia, deputato della Dieta provinciale; capitano provinciale nel 1913; deputato al Parlamento di Vienna dal 1907 al 1918 dove svolse un'intensa attività in collaborazione con G. Bugatto. Anche nei documenti pubblici si definiva «deputato friulano al Parlamento di Vienna». Durante la guerra mondiale si prodigò nell'assistenza dei profughi. Alla fine della guerra, nazional-liberali e fascisti intrapresero un'aspra lotta contro di lui e le autorità italiane gli proibirono il ritorno in Friuli. Nel 1924 fu nominato uditore alla nunziatura di Kaunas in Lituania. In collaborazione con G. Bugatto pubblicò a Vienna nel 1919 L'attività del Partito cattolico popolare friulano negli ultimi venticinque anni (1844-1918), opera ristampata a Gorizia nel 1990 con un ponderoso commento di I. Santeusanio.



Cfr.: DSMC 344; PSBL I, 341-343; Un figlio benemerito della Slavia italiana. Mons L.F., “Stele di Nadâl” 1971; T. Falzari, Un grant furlan: monsignor F., “Int furlane” sett.-ott. 1971; C. Medeot, I cattolici del Friuli orientale nel primo dopoguerra, Gorizia 1972; S. Beinat - P. Londero, L. F., Gorizia 1974; Metejensis, Mons.F.redentore del Friuli Orientale, “Voce isontina” 3.8.1974; P. Caucig, Attività sociale e politica di L. F. (1861-1931), Udine 1977; I. Santeusanio, La figura e l'opera di L. F. a cinquant'anni dalla morte, IN LXXV, 1981; I cattolici isontini nel XX secolo, I. Dalla fine dell'Ottocento al 1918, Gorizia 1981; N. Agostinetti, A 50 anni dalla morte di L. F., IN I, 1982; F. Tassin, Mons. Antonio Zecchini e mons. L. F.: due diplomatici friulani nei paesi baltici, SG XLVI, 1987; F. Tassin, Mons. L. F.: un ecclesiastico tra Gorizia, Vienna e Kaunas, PAN XII, 1989; F. Tassin, Mons. Antonino Zecchini e mons. L. F. nei Paesi baltici, “La plazze. Periodico vischese” sett. 1991; G.F.Cromaz, Lettere dalla Lituania.Mons.L.F. diplomatico vaticano in Lituania (1924-1931), Cividale del Friuli 1992; I.Santeusanio, Il movimento cattolico nell'Isontino, IN 99, 1992; I.Santeusanio, Cento anni fa il Partito popolare friulano, “Voce isontina” 10.9.1994; G.F.Cromaz, Cooperazione cattolica e riforma agraria nel Friuli austriaco (1896-1918), Udine 1994; E.Petean, Le battaglie di Gorizia e mons. F., “Voce isontina” 21.10.1995; G.Botteri, L. F., Pordenone 1995; Un bust di marmul par bons.F, “La vita cattolica” 21.9.1996;M. Guasco,Storia del clero in Italia dall'Ottocento a oggi, Roma Bari 1997; F. Tassin, Baltico. Gli apostoli friulani del Nord, GAZ 25.1.2001; I regi sospetti sul clero, MV 24.7.2001; F. Tassin, F., una vita nella storia, GAZ 22.2.2002.
Indietro