Jentrade / Dizionario Biografico
Jentrade
Premessa
Abbreviazioni
   

DIZIONARIO BIOGRAFICO FRIULANO

A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | indice

ASCOLI Graziadio Isaia
glottologo, docente di linguistica a Milano, senatore del regno (Gorizia 16.7.1829 - Milano 21.1.1907). Scienziato insigne, è il creatore della scienza glottologica in Italia (nel 1873 fondò l'“Archivio glottologico italiano”). Iniziò ad insegnare all'accademia scientifico-letteraria di Milano fin dal 1861. Si occupò delle lingue indoeuropee, dell'ebraico, del turco, del cinese e delle lingue dravidiche. È suo il merito di aver definito in maniera scientifica lo status di lingua autonoma del friulano e la sua appartenenza al gruppo delle lingue ladine (comprendente anche il romancio della Svizzera e il ladino del Tirolo meridionale) delineandone i tratti fonetici e morfologici. Tra le tante pubblicazioni di interesse propriamente friulano: Sull'idioma friulano e sulla sua affinità con la lingua valacca (Udine 1846); Gorizia italiana tollerante concorde. Verità e speranze nell'Austria del 1848 (Gorizia 1848); Saggi ladini, in “Archivio glottologico italiano” I, 1873. È sua l'invenzione della “Venezia Giulia” (1863), per la cui annessione propugnò l'intervento armato, che G. Faggin dichiara essere ormai un «relitto anacronistico» (Fiabe friulane, Milano 1982, p. V) o addirittura un ente «fantasma» (Vocabolario della lingua friulana, Udine 1985, p. 1567) e T. Maniacco, un'«invenzione di geografi e storici nazionalisti del primo Novecento» (Storia del Friuli, Roma 1985, p.11). G. di Caporiacco, poi, s'incarica di dimostrare che non esiste (Venezia Giulia, la regione inesistente, Reana del Rojale 1978). Nel 1899, poi, propose la divisione delle terre della “Regione Giulia” abitate da slavi da quelle abitate da italiani.



Cfr.: Mar. 744-752; For. 133; DBI IV, 380-384; PSBL I, 20-21; DLI 29; Fert, La divisione della Regione Giulia fra italiani e slavi, “Il giornale di Udine” 17.3.1899; G. Devoto, G. I. A.: l'uomo, l'opera, Udine 1930; E.G.Parodi, G.I.A., in L.Zanini, Friuli nostro, Udine 1946; G. Manzini, Attualità di A., Gorizia 1957; G. Marchetti, G. I. A. a cinquant'anni di distanza, SN III, 1957; G. D'Aronco, G. I. A., SG XXIII, 1958; G. Francescato, G. I. A. e il friulano del suo tempo, SG XXIX, 1961; D. Virgili, Friuli e Friulani nella storia della letteratura italiana, SN IV, 1962; G.Francescato, Pochi amici e molti nemici per un linguaggio singolare, MV 26.7.1966; V. Pisani, G. I. A. linguista, in La filosofia friulana e giuliana nel contesto della cultura italiana, Udine 1972; G. I. A. e l'Archivio glottologico italiano (1873-1973), Udine 1973; R. Valdevit, Attualità e “friulanità” dell'A., SN III-IV, 1974; M. Cortelazzo, G.I.A. a centocinquantanni dalla nascita, SN 2-3, 1979; M. E. Loricchio, L'opera di G. I. A. fra politica e cultura. Materiali per una biografia intellettuale, tesi di laurea Università di Trieste, a. a. 1984-85; G. Francescato, A., la “questione ladina” e gli studi recenti, SG LXII, 1985; G. I. A. Attualità del suo pensiero a 150 anni dalla nascita, in Atti del XIII incontro culturale mitteleuropeo, Firenze 1986; D. Trotta, “Modernità e storicità” di G. I. A., SG LXIII, 1986; M. E. Loricchio, G. I. A. tra politica e cultura, in Friûl di soreli jevât, Gurizze 1989; M. E. Loricchio, G. I. A.: materiali per una biografia intellettuale, in La speranza. Attraverso l'ebraismo goriziano, Monfalcone 1991; H.Goebl, Domaine rhéto-roman, “Revue de linguistique romane” LVI, 1992; J.Haiman - P.Benincà, The Rhaeto-Romance Languages, London-New York 1992;Nazzi, Defriulanizzazione di Gorizia, Udine 1993; M.Bozzini La Stella, Carolina Coen Luzzatto, Monfalcone 1995; G.Bergamini - O.Burelli, Friulani: grandi uomini di un piccolo popolo, Udine 1996.
Indietro