Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Avost dal 2015
 

L’Amministrazione dei Beni Civici di Givigliana e Tors “Bandiera verde” 2015
CAPACI DI MUOVERE L’ECONOMIA
Presto ristrutturerà la vecchia Latteria con fondi propri, frutto della gestione forestale

«C’è un patrimonio inestimabile sulle montagne: ci sono paesaggi meravigliosi, culture antiche, beni storici e architettonici diffusi ma anche competenze particolari che garantiscono al turista e al viaggiatore esperienze memorabili; ci sono imprese moderne e sostenibili, capaci di muovere l’economia valorizzando le opportunità e le conoscenze territoriali più virtuose. Ci sono nuove esperienze di recupero agricolo e agroalimentare di qualità. Ci sono, insomma, realtà virtuose e lungimiranti che vivono la montagna senza sfruttarla e, anzi, valorizzandone aspetti e caratteristiche peculiari, spesso accompagnate da attività innovative e tecnologicamente avanzate in campo energetico o dell’economia circolare.
E poi ci sono “i pirati”, quelli che con le loro scelte minacciano questo inestimabile e irripetibile patrimonio».
Per richiamare l’attenzione su tale impressionante dicotomia, incoraggiando i virtuosi e stigmatizzando gli esempi negativi, ogni anno la “Carovana delle Alpi” di Legambiente assegna le sue “Bandiere verdi” e le sue “Bandiere nere”.
Anche quest’anno, fra esse, ve ne sono due – una verde e, purtroppo, anche una nera – che si riferiscono ad Assetti fondiari collettivi della montagna friulana.
Il dossier completo è scaricabile al link http://www.legambiente.it/contenuti/articoli/carovana-delle-alpi-2015.


Fra le 3 “Bandiere verdi” assegnate da Legambiente alle più positive realtà della montagna friulana, rientra quest’anno l’Amministrazione dei Beni Civici di Givigliana e Tors, in Comune di Rigolato.
La “Carovana delle Alpi” ha voluto sottolineare i significativi interventi realizzati da quella Proprietà collettiva «a favore del piccolo paese della Val Degano».
Insieme all’Amministrazione civica, sono stati premiati Regione Friuli-V. G. e Società Ferrovie Udine-Cividale «per il Progetto MI.CO.TRA., servizio ferroviario tra Friuli e Carinzia» e Cooperativa Cramars e Gal Euroleader «per il progetto “Carnia Greeters”». Di seguito la motivazione della “Bandiera verde” alle Comunità di Givigliana e Tors.

Bandiera verde 2015 a:
Amministrazione dei Beni Civici di Givigliana e Tors
per gli interventi a favore del piccolo paese della Val Degano

In un panorama contrassegnato dalla chiusura o dallo slittamento verso valle di servizi essenziali per la permanenza dei cittadini nel territorio alpino (Tribunale di Tolmezzo, uffici postali, strutture sanitarie) e dalla gravissima crisi che ha colpito una storica cooperativa locale operante nel settore della distribuzione commerciale, non si può non salutare con ammirazione e speranza quanto accade a Givigliana, un piccolo borgo letteralmente aggrappato alla montagna, in Comune di Rigolato. L’Amministrazione dei Beni Civici di Givigliana e Tors ha recentemente acquisito l’edificio già sede della Latteria sociale, dimostrando come si possano fare “grandi cose” anche in un villaggio con 10 abitanti, a 1.120 metri di altitudine. Si è così concluso un percorso che aveva portato prima a ricostituire gli organi della società, poi alla donazione a titolo gratuito dell’immobile e infine alla liquidazione della Latteria sociale. L’edificio è da anni utilizzato dall’associazione del paese che ne ha fatto il proprio punto di aggregazione, ricavando nel tempo vari spazi: bar-soggiorno al piano terra, sala riunioni e servizi al primo piano. Fin dal suo insediamento l’Amministrazione civica di Givigliana e Tors aveva sostenuto i costi elettrici dell’immobile, quelli del famoso campanile decorato, ben visibile dal fondovalle e, più recentemente, anche quelli della Latteria sociale. L’Amministrazione dei Beni civici è stata ricostituita nel 2007. Grazie al nuovo Comitato, tra l’altro, sono stati riportati a gestione i 153 ettari di bosco di produzione e, proprio grazie alle utilizzazioni forestali eseguite in collaborazione con l’Amministrazione frazionale di Pesariis, è stato possibile realizzare negli anni investimenti a favore della Comunità e del patrimonio civico per oltre 220 mila euro più Iva, con l’acquisto di un minidumper, un transporter con rimorchio e una teleferica mobile. Si apre ora una fase nuova: si potrà procedere alla manutenzione straordinaria dell’edificio, alla sua riqualificazione e alla ulteriore valorizzazione a favore dei residenti e degli oltre 40 discendenti che nei fine settimana, durante le feste e per tutta l’estate continuano a frequentarla, ridandole la vita di un tempo, ma anche per i turisti. Givigliana, infatti, circondata da boschi di faggi che in autunno assumono una spettacolare colorazione, è punto base di molte belle escursioni sulle Alpi Carniche. Il Comitato di Amministrazione sarebbe orientato a realizzare nell’ex Latteria un bar-ristorante di “charme” al piano terra, a installare nella sala riunioni un piccolo impianto multimediale con tv satellitare e a dotare l’edificio, ora anche nuova Sede frazionale, di una postazione informatica con collegamento gratuito a internet per residenti e ospiti. La soddisfazione è davvero grande, poiché l’Amministrazione civica provvederà all’esecuzione di lavori, impianti e arredi (stima iniziale di 80 mila euro), con le sole proprie disponibilità finanziarie. Davvero un bel segnale che si può invertire la tendenza all’abbandono della montagna.