Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Jugn dal 2015
 

Verso un nuovo “Distretto di economia solidale”
PAN E FARINE DAL FRIûL DI MIEç
Anche gli Assetti fondiari collettivi della zona sono coinvolti

[L. N.]
Fra i partners del progetto “Pan e farine dal Friûl di mieç”, che viene presentato venerdì 5 giugno a Flaibano, a cura dei Comuni di Basiliano, Flaibano, Mereto di Tomba e Sedegliano, vi sono anche gli Assetti fondiari collettivi della zona.
L’iniziativa rientra nel percorso di preparazione all’Incontro nazionale sull’Economia solidale, che si svolgerà a Trieste dal 17 al 21 giugno (http://incontronazionale.economiasolidale.net), ed è sostenuto dal Forum regionale per i beni comuni e l’economia solidale.


La serata del 5 giugno, sarà intitolata “Pan e farine dal Friûl di Mieç – Verso il Distretto di Economia solidale del Medio Friuli”.
I lavori prenderanno il via alle 20.45, presso il Centro sociale di Flaibano, in via Garibaldi. A Lucia Piani dell’Università del Friuli sarà affidato il compito di introdurre e moderare gli interventi.
Il primo, a cura del redattore del mensile “Altreconomia”, Luca Martinelli, sarà intitolato “Un’altra economia è possibile”. Il secondo sarà proposto dalle Amministrazioni comunali di Basiliano, Flaibano, Mereto di Tomba e Sedegliano e presenterà “Il progetto Pan e farine dal Friûl di Mieç”.
Interverranno i sindaci Marco Del Negro, Luca Picco, Massimo Moretuzzo e Ivan Donati, che nell’invito al convegno hanno scritto: «Siamo convinti che il futuro del nostro territorio passi attraverso la capacità di costruire dei nuovi modelli di economia locale, basati sui criteri della sostenibilità ambientale e sociale, sulla tutela del paesaggio, sulla difesa dei beni comuni.
Crediamo che la più grande ricchezza del Friuli stia nella vitalità delle nostre Comunità e del loro essere luoghi di incontro e di relazioni positive.
Pensiamo che queste Comunità possano ri-scoprire anche una dimensione economica che vede nella ruralità la sua caratteristica principale».
Per questo motivo, scrivono i primi cittadini del Medio Friuli, «auspichiamo che dalla filiera dei cereali possa prendere avvio un “Distretto di Economia solidale del Medio Friuli”, capace di coinvolgere in modo attivo i produttori, i trasformatori e i cittadini/consumatori che vivono e lavorano nei nostri paesi».
La prima sperimentazione di una “filiera dei cereali”, sostenibile e comunitaria, è quella avviata dal Comitato frazionale di San Marco di Mereto di Tomba, che ha riconvertito la proprietà collettiva locale per la produzione del “Pan di San Marc” e della “Farina di San Marco”, nell’ambito del progetto “Tutta farina del nostro sacco” (www.paisdisanmarc.it/la-farina/).
Nei Comuni interessati al nuovo progetto, già operano i Comitati di San Marco e di Tomba. Nel Comune di Basiliano, invece, le operazioni di accertamento dei Beni collettivi risultano tuttora «non definite».
L’iniziativa di Flaibano rientra nel percorso verso “Ines 2015”, l’incontro sull’Economia solidale italiana, in programma a Trieste dal 17 al 21 giugno 2015.