Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Jugn dal 2015
 

Conferenza di Antonio Massarutto sul tema dei beni comuni
IL DOVERE DI AVERE DOVERI
Sabato 6 giugno, al “Festival della Costituzione” di San Daniele

[M. Z.]
«Vi sono almeno tre definizioni del termine “bene comune”. Esso può innanzitutto rinviare alla sfera dei diritti individuali, vedendoli come beni di cittadinanza. In secondo luogo, il bene comune attiene a un particolare regime di diritti di proprietà, goduta in forma collettiva. In terzo luogo, beni comuni sono i beni gestiti dalle comunità attraverso modelli di tipo partecipato».
Suona così la presentazione della conferenza di Antonio Massarutto in programma sabato 6 giugno, a San Daniele, in occasione del “Festival della Costituzione” (www.festivalcostituzione.it/ - associazione@festivalcostituzione.it).


La conferenza di Antonio Massarutto al “Festival della Costituzione” si intitola “Il dovere di avere doveri – I «beni comuni» e la «scienza triste»”.
È in programma sabato 6 giugno, alle ore 11 presso l’auditorium “Alla Fratta” di San Daniele.
Il docente di Politica economica ed Economia pubblica dell’Università del Friuli è stato invitato per chiarire le diverse accezioni del termine “bene comune” che, secondo gli organizzatori dell’associazione “Per la Costituzione”, riguarda pure i «diritti di proprietà, goduta in forma collettiva», oltre che i «beni di cittadinanza» e «i beni gestiti dalle comunità attraverso modelli di tipo partecipato».
Massarutto è anche direttore di ricerca all’Istituto di economia e politica dell’energia e dell’ambiente dell’Università “Bocconi” di Milano e collabora con il periodico d’informazione economica www.lavoce.info.
Fra l’altro, ha pubblicato le opere “Privati dell’acqua? – Tra bene comune e mercato” (2013), “L’acqua” (2008) e “I rifiuti” (2009).
Il “Festival della Costituzione” di San Daniele 2015 è dedicato al tema della “Solidarietà politica, economica e sociale”.
Incontri, dibattiti, mostre e spettacoli sono programmati dal 5 al 7 giugno, in vari luoghi pubblici della cittadina collinare friulana.