Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Avost dal 2013
 

La denuncia di “Salvaleforeste” e “Survival international”
BRASILE: PROPOSTA UNA LEGGE PER OCCUPARE I TERRITORI INDIGENI
La minaccia pare orchestrata dalla potente “lobby agraria”

[http://salvaleforeste.it]
«Il Congresso brasiliano sta discutendo un controverso progetto di legge per aprire i territori indigeni ad attività minerarie, dighe, basi militari e altri progetti industriali. La maggior parte dei popoli indigeni dipende dalle terre per il proprio sostentamento, fisico e culturale. Gli Indiani incontattati sono particolarmente vulnerabili: se le loro foreste non resteranno intatte, non potranno sopravvivere».
Da lunedì 5 agosto, questa denuncia e proposta in tutto il mondo dal sito http://salvaleforeste.it. Di seguito l’articolo completo.


La costituzione brasiliana riconosce agli Indiani il diritto all’uso esclusivo della loro terra, con l’eccezione di circostanze estreme di «importante interesse pubblico». La nuova proposta è conosciuta come proposta di legge 227 e fa parte di una serie di manovre volte a indebolire i diritti indigeni, dietro cui si cela la potente lobby agraria del Brasile. La legge è sostenuta da diversi membri del Congresso, alcuni dei quali avrebbero ricevuto fondi da compagnie agricole e minerarie, tra cui figura anche la Bunge, che si rifornisce di canna da zucchero nelle terre dei Guarani.
Secondo quanto riporta Survival, i popoli indigeni del Paese stanno manifestando ovunque la propria opposizione alla proposta di legge. Le tribù dello stato di Rondonia, nella parte occidentale dell’Amazzonia brasiliana, l’hanno ribattezzata «manovra anti-indigeni». «Vogliamo che il Paese e il mondo ascoltino la nostra rabbia per questa grave minaccia ai nostri diritti costituzionali… – affermano –. [Il governo] uccide i fiumi, le foreste e gli esseri umani nel nome del “progresso”… Noi continueremo a resistere e a combattere per costruire un nuovo sistema di politiche indigene; un sistema democratico e in linea con le nostre aspirazioni».
La Presidente Roussef ha incontrato i leader Indiani all’inizio del mese: è stata la prima volta da quando si è insediata nel 2011. Ha promesso di ascoltare i popoli indigeni e di essere al loro fianco nella lotta contro la legislazione che viola i loro diritti. Nessun popolo indigeno è stato consultato su questa proposta di legge.

http://salvaleforeste.it/index.php?option=com_content&view=article&id=3607&Itemid=999