Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Avost dal 2013
 
Il “Notiziario delle Regole” di Spinale e Manez (Trento; www.regolespinalemanez.it)

“Ciasa de ra Regoles”, periodico delle Regole d’Ampezzo (Cortina; www.regole.it)
“Notiziario delle Regole” e “Ciasa de ra Regoles”
STAMPA REGOLIERA
Uno sguardo alla stampa delle Proprietà collettive

[M. Z.]
Nei giorni scorsi, sono stati diffusi i numeri di luglio dei coloratissimi periodici delle Regole di Spinale e Manez, “Notiziario delle Regole” (Trento; www.regolespinalemanez.it) e delle Regole d’Ampezzo, “Ciasa de ra Regoles” (Cortina; www.regole.it).

«Un tempo istituzioni come le Regole, gli assetti fondiari collettivi, apparivano come una curiosità. Addirittura, un tempo, dei mostri sacri da eliminare. E noi siamo pieni nella nostra storia giuridica di leggi liquidatorie… Fortunatamente c’è stata una ripresa di coscienza e, oggi, noi siamo vicini da parte dell’intera comunità nazionale a considerare le varie forme, le diversissime forme delle proprietà collettive in Italia, come una ricchezza dell’intera società italiana»: il giudice costituzionale Paolo Grossi, intervenendo all’incontro delle Regole di Spinale e Manez del 17 novembre 2012, ancora una volta ha voluto sottolineare e auspicare un’effettiva svolta nella considerazione degli Assetti fondiari collettivi, nel Paese.
Il numero 24 del “Notiziario delle Regole” di Spinale e Manez riporta integralmente l’intervento dell’illustre studioso toscano, oltre ai discorsi di Pietro Nervi, Christian Zendri e Giorgio Pizziolo del Centro studi e documentazione sui demani civici e le proprietà collettive e ai saluti di Margherita Cogo, Alessandro Gretter e Matteo Leonardi.
L’editoriale della rivista, invece, annuncia importanti scadenze nella vita della Proprietà collettiva trentina, per la quale «un’altra legislatura sta per chiudersi».
«Alla fine di ottobre, saremo chiamati a rinnovare o confermare i componenti l’Assemblea generale – annuncia il Comitato di Redazione –. L’Assemblea, a sua volta, eleggerà i membri del Comitato amministrativo e il presidente. Riprenderà così la lunga e straordinaria storia delle Regole. Altri quattro anni se ne sono andati in un baleno. Quattro anni ricchi di atti amministrativi, di esperienze comuni, di iniziative dense di significati. Anche il Comitato di redazione del Notiziario, con questo numero, finisce il suo mandato. L’occasione è propizia per tornare a ritroso nel tempo, per rivivere i momenti salienti dei quattro anni trascorsi, a partire da due anniversari fondamentali nella storia della Regola: i 600 anni dalla stesura dello Statuto di Spinale e i 50 anni dalla promulgazione della legge provinciale datata 28 ottobre 1960».
L’editoriale si sofferma anche sul ruolo e sui compiti della stampa regoliera: «In questi quattro anni e ancor prima, il Notiziario delle Regole è stato prezioso strumento per conoscere la Comunità dal di dentro, per impararne la storia, incontrare le persone, apprendere in modo puntuale ed esteso le iniziative intraprese e portate a termine. Sono state ricordate le persone scomparse “vicine” alla Comunità e si sono recuperate immagini, cartoline, fotografie e documenti che vi abbiamo presentato nei 24 numeri pubblicati a partire dal dicembre 1998».
Dal periodico delle Regole d’Ampezzo, estraiamo l’intero articolo dedicato al “Sostegno alle famiglie con figli a scuola”: un segno evidente dei benefici che è in grado di garantire la gestione attiva e diretta dei Beni collettivi della Comunità di Cortina.
«Anche per il prossimo anno scolastico le Regole sosterranno le famiglie regoliere con figli in età scolare, dalla materna all’ultimo anno di scuola superiore.
Entro la fine del mese di agosto verranno inviati a domicilio delle varie famiglie i buoni acquisto da poter spendere alla Cooperativa di Cortina, destinati all’acquisto di materiale scolastico, libri, abbigliamento e quant’altro necessario ai ragazzi che crescono. Da quest’anno, se sarà possibile, i buoni acquisto saranno validi anche in altri negozi.
Come lo scorso anno, la Deputazione Regoliera ha differenziato gli importi secondo l’età dei bambini e ragazzi, tenendo conto delle fasce di età: Scuola materna (classi 2008-2010): euro 50 per alunno; Scuola elementare (classi 2003-2007): euro 70 per alunno; Scuola media (classi 1998-2002): euro 120 per alunno; Scuola superiore (classi 1995-1999): euro 140 per alunno.
Il contributo è concesso ai figli dei Regolieri e dei Fioi de Sotefamea iscritti a Catasto o che saranno iscritti secondo Laudo.
Invitiamo coloro che non hanno ancora aggiornato la loro scheda anagrafica a presentarla entro il 31 luglio prossimo (la si trova anche sul sito internet delle Regole www.regole.it nella sezione “Regolamenti, bandi, modulistica”): in caso di mancanza dei dati, non sarà possibile erogare il contributo».