Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Lui dal 2013
 

L’associazione “People Before Profit” ha conseguito il suo obiettivo
L’IRLANDA NON VENDERà LE SUE FORESTE

«Il governo irlandese ha abbandonato i progetti di vendita dei diritti di taglio nei boschi statali»: la notizia è stata diffusa anche in Italia il 20 giugno dal sito www.salvaleforeste.it.

Il governo irlandese – si può leggere dalla pagina web www.salvaleforeste.it/index.php?option=com_content&view=article&id=3574&Itemid=999 – ha abbandonato i progetti di vendita dei diritti di taglio nei boschi statali.
Simon Coveney, ministro dell’Agricoltura, ha però dichiarato che il governo si appresta a creare un’impresa, fondendo le imprese forestali statali, la Coillte e la Bord na Mona, per sfruttare le foreste producendo biomasse a fini commerciali.
Il ministro ha detto che la decisione di ritardare la vendita di circa un milione di acri di alberi è stata presa in base a considerazioni relative all’occupazione, all’accesso del pubblico alle foreste e alle possibili perdite finanziarie.
Già l’economista Peter Bacon aveva avvertito il governo che la vendita avrebbe causato nel medio periodo una perdita di 1,3 miliardi di euro, oltre a causare la perdita di circa 12 mila posti di lavoro.
Il governo però non ha escluso una vendita nel futuro e si è preso 18 mesi di tempo per analizzare le opzioni della Coillte.
Richard Boyd Barrett dell’associazione People Before Profit (le persone prima del profitto), che si è battuta contro la svendita, ha sottolineato che sarebbe stata una scelta disastrosa.
Negli ultimi mesi, diverse migliaia di persone avevano partecipato alle proteste e alle passeggiate nei boschi, per opporsi alla vendita.

www.salvaleforeste.it/