Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Mai dal 2013
 
Lo stand allestito dal Coordinamento regionale della Proprietà collettiva, in occasione della festa dell’Ascensione 2013, a Sant’Agnese di Gemona

Continua a Gemona il confronto sui Beni civici
TERRE COMUNI

Giovedì 16 maggio alle 20.30, nella chiesa di San Michele a Gemona, si svolgerà il convegno “Terre comuni”, promosso dall’Ecomuseo delle Acque, dal Circolo della pedemontana gemonese di Legambiente, dall’Associazione “Valentino Ostermann” e dal Coordinamento regionale della Proprietà collettiva, con il patrocinio del Comune.

Dopo l’introduzione di Luca Nazzi, presidente del Coordinamento regionale della Proprietà collettiva, interverranno Alma Bianchetti, docente di Geografia umana all’Università del Friuli e autrice dell’opera “Ville friulane e beni comunali in età veneta”, che proporrà una relazione su “Beni collettivi e comunità rurali nella storia”, e Alida Londero, studiosa di storia locale, che presenterà “Note sulla storia dei Comunali di Gemona, dagli archivi”.
L’incontro consentirà di approfondire dal punto di vista storico il tema dei Beni comunali, in Friuli e a Gemona.
Si tratta delle terre di uso collettivo, costituite in buona parte da boschi e pascoli, che fino all’Ottocento hanno avuto ovunque una funzione fondamentale per le comunità rurali, rappresentando per esse un supplemento vitale di risorse e un importante fattore identitario, di radicamento territoriale e di regolazione dei rapporti vicinali.
In svariate realtà regionali, dopo una breve stagione di trascuratezza, la popolazione ha ripreso possesso dei Beni civici, traformandoli – attraverso Comitati appositamente costituiti – in preziose risorse economiche, sociali ed ambientali.
Vaste aree della montagna gemonese sono tuttora Bene civico e, da qualche mese, la Comunità ha iniziato un percorso di riscoperta e di riflessione su innovative possibilità di gestione collettiva e sostenibile.