Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Mai dal 2013
 

Gemona si festeggia l’Ascensione a Sant’Agnese
I BENI CIVICI “PER UNA COMUNITà VIVA”
Nell’ambito della manifestazione, due occasioni di confronto sulla Proprietà collettiva

Cinque anniversari si celebrano quest’anno nella comunità gemonese: 15 anni di attività del Coordinamento delle Associazioni culturali e di volontariato sociale, 30 del Centro socio-riabilitativo educativo di Campo Lessi, 90 del Gruppo scout “Agesci”, 110 della Pro Loco “Pro Glemona”, oltre agli 8 secoli del Priorato di Santo Spirito di Ospedaletto.
Sono questi gli eventi che fanno da sfondo alla manifestazione “I colori del vento”, promossa dal Coordinamento delle Associazioni in collaborazione con numerose organizzazioni e istituzioni del territorio.
Quest’anno, anche il Coordinamento regionale della Proprietà collettiva ha offerto il proprio contributo per la riuscita dell’appuntamento comunitario.


Il Coordinamento regionale della Proprietà collettiva, domenica 12 maggio, allestirà un banchetto informativo nei prati di Sant’Agnese, dove si svolgeranno le principali manifestazioni della giornata dell’Ascensione.
In particolare, si potranno scoprire forme innovative di gestione dei Beni civici e approfondire le conoscenze sul patrimonio collettivo della Comunità di Gemona.
Il secondo appuntamento dedicato al tema dei Beni comuni tradizionali è in programma giovedì 16 maggio, con gli interventi di Alma Bianchetti dell’Università friulana (che parlerà su “Beni collettivi e comunità rurali nella storia”) e della ricercatrice gemonese Alida Londero (che proporrà “Note sulla storia dei Comunali di Gemona (dagli Archivi)”). La serata prenderà il via alle 20.30, presso la chiesa di San Michele.

Ecco il programma completo della manifestazione “I colori del vento” 2013.

Martedì 7 e mercoledì 8 maggio, dalle ore 9 alle ore 12 presso il Centro Socio-Riabilitativo Educativo (Csre) di Campo Lessi, centro diurno per persone con disabilità gestito dall’Azienda per i Servizi Sanitari n. 3 «Alto Friuli» per conto dei Comuni, porte aperte per l’evento «Csre open day», promosso nell’ambito dell’iniziativa «I vin fat trente». Tutti gli interessati potranno partecipare a cinque laboratori solitamente svolti presso la struttura (attività manuali con il legno e la ceramica, attività motoria, espressivo-teatrale e di cucina). Per partecipare è necessario iscriversi (0432 980816; csregemona@ass3.sanita.fvg.it).

Venerdì 10 maggio, alle ore 20.30 presso il Lago Minisini di Ospedaletto, veglia di preghiera sul tema «Sentinella, quanto resta della notte?», ispirato a una citazione del profeta Isaia, animata dai gruppi giovanili della Forania di Gemona del Friuli. Sarà presente Andrea Bruno Mazzocato, arcivescovo di Udine. La veglia è una delle iniziative promosse per festeggiare l’ottavo centenario di fondazione del Priorato di Santo Spirito. Il ritrovo è previsto alle ore 20 sul sagrato della Chiesa di Ospedaletto.

Domenica 12 maggio, nella Festività dell’Ascensione, si svolgerà la tradizionale Festa degli Aquiloni in Sella Sant’Agnese, grazie alla collaborazione con i proprietari dei terreni presso la Sella. Particolarmente ricco il programma della giornata. Alle ore 9.30 i gruppi parrocchiali della Forania di Gemona saliranno da Gleseute, Ospedaletto e Venzone verso la Sella. Alle ore 10.45 è prevista la Processione della Rogazione dell’Ascensione; alle ore 11.00 la Santa Messa animata dai gruppi giovanili della Forania di Gemona e dal Gruppo scout. Sarà presente l’arcivescovo Andrea Bruno Mazzocato. Alle ore 13.30 letture animate per bambini a cura del Gruppo «Coccolastorie» e alle ore 14 giochi per bambini, ragazzi e adulti a cura dei giovani e degli operatori partecipanti ai laboratori «Animatori si diventa» svoltisi tra febbraio e maggio 2013 a Gemona e a Trasaghis. I laboratori sono stati promossi dal Servizio sociale dei Comuni dell’Ambito distrettuale n. 3.1 «Gemonese, Canal del Ferro, Val Canale», da Aracon Cooperativa Sociale Onlus, dai Comuni di Gemona e Trasaghis in collaborazione con le Parrocchie di Santa Maria Assunta, San Marco e Santo Spirito di Gemona, la Parrocchia di Santa Margherita Vergine e Martire di Trasaghis e con l’Associazion «Borc di Plovie». A partire dalle ore 15 avrà luogo la Cerimonia del tè, antichissimo rituale di benvenuto dei Tuareg, gli «uomini blu del deserto». L’organizzazione dell’evento è a cura dell’Associazione culturale «Pense e Maravee» nell’ambito del Progetto «Mensa» attuato presso la Scuola tuareg «Scilla da Pordedone» nel Ouadi Tissumma in Niger. Il progetto, attivo dal 2010, sostiene le esigenze alimentari degli 84 bambini frequentanti la scuola e mira a renderne autonomo l’approvvigionamento alimentare.
Numerose altre proposte saranno attive nel corso della giornata: la consueta bottega degli aquiloni a cura del Gruppo Scout; giochi di arrampicata per bambini e ragazzi organizzati dal Centro Parrocchiale Glemonensis in collaborazione con il Cai; stand delle associazioni aderenti al Coordinamento; banchetto di cibi dolci e salati a cura delle assistenti familiari straniere partecipanti al progetto «Assistenti familiari straniere e comunità locale» promosso dal Servizio sociale; banchetto di dolci a cura dell’Asilo Nido «Rondinelle» (Società Cooperativa Sociale «Rondinelle»), banchetto con «Cjasutis pal gnotul» a cura della Scuola secondaria di primo grado «Cantore» di Gemona e gazebo a cura dell’Afds (Associazione Friulana Donatori di Sangue – sezione di Gemona) con distribuzione di materiale informativo. Verrà inoltre presentato il progetto «Casa del Volontariato» che intende dare vita, presso la sede del Coordinamento delle Associazioni in via San Giovanni 20 a Gemona, a uno spazio aperto non solo alle associazioni aderenti al Coordinamento, ma anche ad altre organizzazioni del territorio: un luogo di confronto, dialogo e progettazione condivisa, un centro propulsore di nuove iniziative per Gemona e per il Gemonese. Sarà attivo anche il chiosco a cura dell’Associazione «Borc Taviele».
Dalle ore 8.30 alle ore 12 i volontari della Squadra Comunale di Protezione Civile saranno a disposizione con propri mezzi per accompagnare le persone impossibilitate a raggiungere la Sella a piedi (persone con disabilità motoria e anziani). Dalle ore 14 alle ore 15.30 i volontari saranno a disposizione per la discesa dalla Sella.
Il ricavato delle offerte raccolte durante la Festa sarà destinato al progetto «Casa del Volontariato».

Martedì 14 maggio, alle ore 20.30 presso l’Auditorium San Michele in Largo Porta Udine, incontro-concerto «Finché vide nel cielo un grande aquilone», con Erica Boschiero, giovane cantautrice originaria del Cadore che ha fatto conoscere le sue composizioni mediante il progetto «Porta Parola», dedicato alla valorizzazione della lingua italiana all’estero. Il suo lavoro «dimostra come si possa educare alla cittadinanza con una chitarra e come si possa diventare buoni cittadini ascoltando buona musica». L’organizzazione dell’evento è a cura dell’Associazione Buteghe dal mont – Glemone, in collaborazione con la Rete Sbilf, rete di scuole dell’Alto Friuli.

Giovedì 16 maggio, alle ore 20.30, sempre presso l’Auditorium San Michele, si terrà un incontro pubblico dal titolo «Terre comuni». Beni collettivi e comunità rurali nella storia è il tema che sarà sviluppato da Alma Bianchetti, docente di geografia presso l’Università degli Studi di Udine, autrice dell’opera Ville friulane e beni comunali in età veneta, edito da Forum. Alida Londero, cultrice di storia locale impegnata nella ricerca archivistica e nella divulgazione, interverrà presentando il suo recente lavoro Note sulla storia dei Comunali di Gemona (dagli archivi). L’incontro è promosso dall’Associazione storico-archeologico-culturale «Ostermann», dal Circolo Legambiente della Pedemontana gemonese, dal Coordinamento regionale della Proprietà collettiva del Friuli-V. G. e dall’Ecomuseo delle Acque del Gemonese.

La manifestazione si chiuderà venerdì 17 maggio, alle ore 20.30 presso l’Auditorium dell’Isis «D’Aronco» con lo spettacolo teatrale «Provo a seminarmi», realizzato a conclusione di un laboratorio di espressività teatrale svolto dagli operatori del Csre di Campo Lessi in collaborazione con docenti e studenti frequentanti il percorso formativo di Tecnico dei Servizi Sociali presso l’Isis «D’Aronco» e con ospiti del Centro Diurno di Campo Lessi.

I promotori della manifestazione «I colori del vento» ne sottolineano lo spirito e gli intenti ricorrendo alle parole del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione della «Giornata Internazionale del Volontariato» del 2009: «dove c'è volontariato c'è spirito civico, fiducia negli altri, solidarietà. Dove cresce il volontariato, cresce il capitale sociale, cresce la correttezza e la ricchezza delle relazioni interpersonali, il rispetto di regole condivise. E il capitale sociale (…) costituisce un fattore essenziale dello sviluppo economico. Esso si forma anche attraverso la costruzione di reti, perciò dobbiamo apprezzare lo stimolo a costituire, e la capacità di costruire, vere e proprie reti di associazioni volontarie».
La manifestazione è realizzata con il contributo della Regione ai sensi dell’articolo 8 della L. r. 12/1995 nell’ambito del progetto «Una comunità viva» promosso dal Circolo Legambiente della Pedemontana gemonese e da Avuls – Gruppo di Gemona e realizzato da tutte le realtà aderenti al Coordinamento.