Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Fevrâr dal 2012
 
Il Senato al lavoro

La mobilitazione del mondo agricolo ha imposto il dibattito in sede politica
STOP ALL’ALIENAZIONE DEI TERRENI AGRICOLI DEMANIALI
Gli ultimi aggiornamenti del notiziario “Bioagricultura Notizie”

[“Bioagricultura Notizie”, 24 febbraio 2012]
«Registriamo con soddisfazione che, dopo la mobilitazione del 7 febbraio in piazza Montecitorio, alla quale hanno aderito 15 associazioni del mondo agricolo e ambientale, si allarga il fronte di quanti chiedono uno stop sull’alienazione dei terreni agricoli demaniali a favore della concessione in locazione delle terre pubbliche.
Le istanze alla base della vasta mobilitazione sull’art. 66 delle Liberalizzazioni – ha commentato Alessandro Triantafyllidis, presidente dell’Aiab – sono state, infatti, rilanciate da diversi media e sono state accolte anche in Senato, dove si sta lavorando per un emendamento che vada in direzione della locazione. Apprezzamenti per l’azione svolta sono arrivati anche dall’Osservatorio antimafia e dal mondo accademico».


Aiab, Alpa, Ari, Campagna popolare per l’agricoltura contadina, Crocevia, Legambiente, Libera, Slow Food, Terra Nuova, Coop Agricola Nuova, Coop Carlo Pisacane, Società Agricola Coraggio, FederTrek, Associazione Michele Manciano, Equorete e Terra terra contestano la vendita dei terreni demaniali prevista dall’art. 66 del decreto Liberalizzazioni e dal Ddl di conversione del decreto, attualmente in discussione alla X commissione del Senato. Ma propongono anche una soluzione alternativa, più giusta, equa ed efficace: la concessione in locazione delle terre pubbliche.
L’emendamento proposto dalla coalizione dei 15, che ha tra i suoi punti principali la messa in valore, tramite contratti di affitto ad equo canone riservati a coltivatori diretti – con priorità a giovani singoli o associati ed ad iniziative di rilevanza sociale (agricoltura sociale) –, di tutte le superfici agricole oggi di proprietà pubblica, ha riscosso l’interesse di alcuni Senatori.
Dalla piazza al Palazzo. Non a caso la commissione Agricoltura del Senato ha approvato il Ddl con alcune osservazioni, tra le quali la richiesta di prevedere anche la locazione come strumento per favorire l’inserimento dei giovani imprenditori agricoli sui terreni demaniali.
La mobilitazioni delle associazioni e delle organizzazioni del mondo agricolo, inoltre, ha avuto il merito di provocare un ampio dibattito sul tema delle alienazioni dei terreni demaniali.
Basti pensare che sull’articolo 66 del Ddl 310 sono stati presentati in Senato oltre 30 emendamenti. Il più qualificante dei quali – il 66.4 – raccoglie in pieno le proposte del mondo agricolo e ambientalista. In particolare, prevede che i terreni agricoli o a vocazione agricola demaniali siano eclusivamente concessi in locazione, anziché alienati, il diritto di prelazione per i giovani imprenditori agricoli e il vincolo permanente alla destinazione d’uso agricola dei terreni locati.
L’esame del testo di legge è ancora alla commissione referente (Industria), ma la prossima settimana dovrebbe approdare nell’aula Senato.