Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Novembar dal 2011
 

«No all’alienazione, sì al canone agevolato sui terreni agricoli demaniali per i giovani agricoltori»
ACCESSO ALLA TERRA
Il parere di “Aiab” diffuso dall’agenzia “Bioagricoltura Notizie”, il 25 novembre

Il commento di Andrea Ferrante, presidente nazionale dell’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica (Aiab), sull’alienazione dei terreni agricoli demaniali.


«Per garantire ai giovani l’accesso alla terra non serve vendere i terreni agricoli demaniali, bensì concederli ad un canone agevolato. In questi giorni si è molto parlato dell’alienazione dei terreni agricoli demaniali prevista dall’art. 7 della legge di stabilità e se ne è parlato spesso come una “provvidenziale” misura per incentivare l’imprenditoria giovanile in agricoltura.
A nostro avviso, invece, non potrebbe esserci abbaglio più grande: l’alienazione prevista dall’art. 7 della legge di stabilità, infatti, presuppone che il giovane agricoltore abbia i fondi per acquistare il terreno, cosa quantomeno poco probabile. E come se non bastasse contempla anche la possibilità di cambiare la destinazione d’uso dei terreni a 5 anni dall’avvenuta alienazione.
Insomma, più che un modo di incentivare l’agricoltura giovanile è una misura volta a fare cassa, che in realtà rischia di favorire la speculazione e nuovo consumo di suolo in un Paese già caratterizzato da una pesante perdita della superficie agricola utilizzata».
È il commento di Andrea Ferrante, presidente nazionale dell’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica (Aiab), sull’alienazione dei terreni agricoli demaniali.
«Per garantire l’accesso alla terra dei giovani che vogliano intraprendere l’attività agricola – prosegue Ferrante – sarebbe molto più funzionale un provvedimento che prevedesse la concessione con canone agevolato dei terreni demaniali e dei terreni confiscati alla mafia. Un misura che avrebbe anche l’effetto di amplificare la preziosa opera di presidio del territorio che l’agricoltura offre alla collettività».
Proprio l’accesso alla terra sarà uno dei temi al centro del Congresso federale Aiab 2011, che si terrà a Milano dal 30 novembre al 4 dicembre.
Di come incentivare l’imprenditoria giovanile in agricoltura e garantire l’accesso alla terra si parlerà in particolare il 3 dicembre, quando l’Aiab incontrerà associazioni e istituzioni per confrontarsi sulle sfide future che attendono il biologico.