Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Novembar dal 2011
 

Domenica 20 novembre manifestazione pubblica di protesta contro l’elettrodotto Monfalcone-Padriciano
“VKOPLJIMO POšAST/SOTTERRIAMO IL MOSTRO”

[C. G.]
Agrarna skupnost - Comunanza Jus/Comunelle-Srenje/Vicinie, Združenje zasebnih kraških lastnikov - Unione dei proprietari privati del Carso, Slovensko planinsko društvo Trst, Planinska skupina - Associazione alpinistica Devin-Sloga e Kulturno društvo - Circolo culturale Vigred proporranno «l’alternativa possibile a fianco dell’autostrada».

«Naj kdor koli te vpraša, / kdo živi na zemlji tej, / vedi, zemlja to je naša, / tvoji dedi spijo v njej, / zanjo bori se naprej» («Se qualcuno ti chiedesse, / chi dimora in questa terra, / sappi che essa ci appartiene, / ai tuoi avi dŕ riposo, / battiti sempre per essa»): questi versi di Igo Gruden, domenica 20 novembre, ispireranno i manifestanti che parteciperanno alla marcia “Vkopljimo pošast/Sotterriamo il mostro”.
Č stata indetta da Agrarna skupnost - Comunanza Jus/Comunelle-Srenje/Vicinie, Združenje zasebnih kraških lastnikov - Unione dei proprietari privati del Carso, Slovensko planinsko društvo Trst, Planinska skupina -Associazione alpinistica Devin-Sloga e Kulturno društvo - Circolo culturale Vigred per contestare il progetto di elettrodotto aereo Monfalcone-Padriciano che minaccia di devastare il Carso.
I manifestanti si divideranno in due gruppi. Il primo partirŕ da Treb?e / Trebiciano alle 10 e da Gabrovec / Gabrovizza alle 10.30.
Il secondo prenderŕ il via alle 10 da Medja vas / Medeazza e alle 10.30 da Cerovlje / Ceroglie.
L’incontro fra i due gruppi avverrŕ alle 12 a Šempolaj / San Pelagio, ove sono previsti dei brevi interventi, l’esibizione della banda musicale e il rinfresco.
I promotori hanno predisposto il seguente appello, nel volantino che č stato diffuso per pubblicizzare la manifestazione.
«Javno protestno zborovanje bo v Šempolaju ob predvideni trasi elektrovoda, ki mu krajevno prebivalstvo nasprotuje. Odlo?no nasprotujemo oja?itvi in delni spremembi trase obstoje?ega daljnovoda kot ju predlaga družba Terna. Nov projekt predvideva oja?itev zra?nega visokonapetostnega daljnovoda, ki je speljan od Trži?a do Padri?. Ta projekt je škodljiv za okolje in zdravje ljudi, saj se ob elektrovodu ustvarja škodljivi plin ozon. Hudo bi vplival na varnost ob?anov in krajevno gospodarstvo. Krajevne skupnosti so proti elektrovodu! Ve? kot 2.000 ob?anov iz tržaške pokrajine je podpisalo ljudsko peticijo proti daljnovodu. Zahtevamo, da se žice vkopljejo ob avtocesti».
La traduzione italiana dell’appello č la seguente: «La manifestazione pubblica di protesta si terrŕ a San Pelagio sul previsto tracciato dell’elettrodotto, che la popolazione locale non vuole. Siamo fermamente contrari al potenziamento ed alla modifica del tracciato dell’esistente elettrodotto, come proposto dalla societŕ Terna.
Il nuovo progetto prevede il potenziamento dell’elettrodotto aereo ad alta tensione che parte da Monfalcone e arriva fino a Padriciano. Oltre al danno ambientale, il progetto porterebbe anche un danno alla salute, per via della dispersione di ozono. Avrebbe ripercussioni negative sulla sicurezza e sull’economia locale.
Le comunitŕ locali interessate sono contrarie al progetto! Oltre 2.000 cittadini della provincia di Trieste hanno firmato una petizione popolare contro l’elettrodotto. Proponiamo l’interramento dei cavi a fianco dell’autostrada».