Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Novembar dal 2011
 

Un libro racconta l’impresa compiuta da un ingegnere fabrianese in Val Pesarina con le risorse ambientali e umane locali
“COME HO COSTRUITO LA MIA CASA DI LEGNO”

Venerdì 17 novembre, alle 18 presso la “Sala de La Feltrinelli” di Udine,
in collaborazione con Legambiente (http://cms.legambientefvg.it/eventi/144-come-ho-costruito-la-mia-casa-di-legno).


Costruirsi la casa è un’esperienza che molti hanno vissuto. Samuele Giacometti, ingegnere di Fabriano, città della carta, ha fatto sì che questa esperienza diventasse occasione per un’esperienza molto più significativa e articolata. La casa di Giacometti è la realizzazione di un sogno individuale (vivere in una casa di legno), ma è stata pensata per essere anche l’oggetto della realizzazione di un sogno collettivo.
Con il legno di 43 piante “La Casa di Legno” (www.sadilegno.it) è diventata il punto di arrivo di una filiera interamente contenuta all’interno dell’anello della sostenibilità, oggetto di uno studio svolto in collaborazione con l’Enea.
Il processo di trasformazione del legno (da legno-bosco a legno-casa) si è svolto tutto all’interno di un’area di 12 km di raggio e centro nel bosco “Fassa” della Val Pesarina, gestito dall’Amministrazione dei Beni civici di Pesariis (www.pesariis.it), secondo gli standard del Pefc (programma per certificazione della gestione forestale sostenibile). La realizzazione della casa si è svolta poi sotto la supervisione della Agenzia per l’Energia del Friuli-V. G., valendo alla Casa di Legno la certificazione CasaClima B+. Un riconoscimento, quest’ultimo, seguito nel 2010 dal CasaClima Award, dalla Bandiera Verde di Legambiente e dal primo Certificato di Progetto Pefcin Italia, terzo caso nel mondo.
Ma il valore aggiunto di questo progetto-casa non finisce qui. Un ulteriore indicatore della sostenibilità complessiva di questa impresa va aggiunto a completamento del quadro, poiché non solo la materia prima necessaria alla costruzione della casa è stata prelevata secondo il modello del “chilometro zero”, ma anche i saperi e le maestranze che hanno contribuito alla sua concreta realizzazione sono stati individuati in loco.
Nell’anno consacrato dall’Onu alle foreste, Legambiente, promuovendo la presentazione del libro che Giacometti ha scritto per lasciare testimonianza della sua avventura, vuole porre l’attenzione sulla possibilità concreta di declinare la sostenibilità in ambito edilizio, secondo canoni di rispetto e di valorizzazione di risorse naturali, territoriali, umane ed economiche.