Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Mai dal 2011
 

La Festa regionale della Proprietà collettiva sulla stampa locale
«ECCO LA NUOVA AGRICOLTURA»
Il servizio dedicato dal settimanale “La Vita Cattolica”

Il settimanale diocesano di Udine, venerdì 13 maggio, ha annunciato così la II Giornata regionale della Proprietà collettiva, in programma a San Marco di Mereto di Tomba il 14 maggio.

«Accanto all’impresa privata orientata al profitto e ai vari tipi di impresa pubblica, devono potersi radicare ed esprimere quelle organizzazioni produttive che perseguono fini mutualistici e sociali. È dal loro reciproco confronto sul mercato che ci si può attendere una sorta di ibridazione dei comportamenti d’impresa e dunque un’attenzione sensibile alla civilizzazione dell’economia».
In questi giorni, tali parole di Benedetto XVI, passaggio significativo della sua prima encliclica sociale “Caritas in veritate”, animano il dibattito a San Marco di Mereto di Tomba dove, nell’ambito della “Fieste dal paîs di San Marc”, è in corso la II “Festa regionale della Proprietà collettiva”.
In collaborazione con l’Associazione “Paîs di San Marc” e con l’Associazione sportiva dilettantistica “Don Bosco”, oltre che con il sostegno della Parrocchia e con il patrocinio del Comune di Mereto, il Coordinamento regionale della Proprietà collettiva ha allestito una “Mostra-Mercato dei Beni civici” (con i prodotti e i progetti del sistema regionale della Proprietà collettiva) e propone una serie di laboratori per famiglie (L’Orologeria pesarina; Il pesce di laguna in cucina; Gli Orti sinergici; La Pedagogia del bosco) ed un convegno su “La proprietà collettiva nella pianura friulana. Un altro modo di fare agricoltura”.
Tutti gli appuntamenti (a partecipazione gratuita) sono in programma sabato 14 maggio, a partire dalle ore 14, presso la Sala della Comunità di San Marco, nei cui pressi si svolgono anche le altre manifestazioni della festa paesana, che ha preso il via il 6 maggio e che terminerà domenica 15, con attrazioni musicali e chioschi riforniti coi prodotti della più antica tradizione culinaria di San Marco.
Il convegno su agricoltura e Beni civici (con inizio alle ore 17) vedrà la partecipazione di 3 relatori, moderati da Piergiuseppe Bravin, presidente dei Beni civici di San Govanni di Polcenigo.
Il presidente del Consorzo degli Uomini di Massenzatica (in provincia di Ferrara), Carlo Ragazzi, parlerà su “Il contributo della Proprietà collettiva per un’agricoltura nuova”; Lorena Popesso della Fattoria didattica sociale “Magredi” di Flambro e rappresentante di “Aiab Fvg”, proporrà una relazione su “La Biogricoltura sociale per una produzione e un consumo responsabili e solidali”; infine, Ferruccio Nilia della Rete regionale di economia solidale “Res-Fvg” interverrà su “Un’agricoltura nuova nella rete dell’Economia solidale”. Le conclusioni verranno tirate dall’assessore regionale alle Risorse agricole e forestali, Claudio Violino.
Scopo del convegno è stimolare la riflessione sul ruolo che la Proprietà collettiva può avere nella realizzazione di un modo nuovo e comunitario di fare agricoltura, anche nella pianura friulana, ove Beni civici, riconosciuti per legge ma non gestiti direttamente dalle rispettive Comunità, sono presenti in 14 comuni: Bicinicco, Cervignano, Codroipo, Grado, Marano Lagunare, Mereto di Tomba, Monfalcone, Muzzana del Turgnano, Palmanova, Pocenia, Porpetto, Precenicco, Teor e Varmo.
Il culmine della “Fieste dal paîs di San Marc” si colloca domenica 15 maggio, quando sarà celebrata la festa liturgica del santo patrono San Marco evangelista, posticipata di qualche giorno per la concomitanza con il Lunedì di Pasqua. Alle ore 10, il parroco don Adriano Menazzi celebrerà l’Eucarestia solenne, cui seguirà il pranzo comunitario, nell’area dell’ex Asilo.
Dalle ore 18, “Matti Dj” animerà la serata musicale, cui seguirà, alle ore 21, l’estrazione della lotteria.
La scorsa settimana, i festeggiamenti di San Marco hanno visto la presentazione del volume di Alma Bianchetti “Ville friulane e beni comunali in età veneta” (Forum, 2010), che si occupa proprio di Mereto di Tomba, oltre che di altri 9 comuni del Medio Friuli (Basiliano, Codroipo, Coseano, Dignano, Flaibano, Lestizza, Mortegliano, San Vito di Fagagna e Sedegliano), e lo svolgimento di due corse ciclistiche, organizzate dall’Associazione sportiva dilettantistica “Don Bosco”.