Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Mai dal 2011
 
La chiesa parrocchiale di San Marco di Mereto di Tomba

La Sala della Comunità ove si svolgeranno le manifestazioni culturali della fest
Dal 6 al 15 maggio, torna la “Fieste dal paîs di San Marc”
SAN MARCO DI MERETO IN FESTA
Ospiterà anche la II Giornata regionale della Proprietà collettiva

[M. Z.]
Con cinque giornate zeppe di appuntamenti ed attrazioni, dal 6 al 15 maggio, torna la “Fieste dal paîs di San Marc”.
Il culmine dei festeggiamenti si colloca domenica 15 maggio, quando sarà celebrata la festa liturgica del santo patrono di San Marco di Mereto di Tomba, ritardata di qualche giorno per la concomitanza con il Lunedì di Pasqua. Alle 10, sarà celebrata l’Eucarestia solenne, cui seguirà il pranzo comunitario, nell’area dell’ex Asilo.


In tale contesto, si svolgeranno anche le manifestazioni ricreative e culturali di contorno, a partire dalla serata inaugurale del 6 maggio. Alle ore 18, i festeggiamenti saranno aperti dalla presentazione della seconda parte dell’opera “Ville friulane e beni comunali in età veneta” (Forum, 2010), che si occupa proprio del comune di Mereto di Tomba, oltre che di altri nove comuni del Medio Friuli (Basiliano, Codroipo, Coseano, Dignano, Flaibano, Lestizza, Mortegliano, San Vito di Fagagna e Sedegliano), in cui erano particolarmente diffuse quelle che al giorno d’oggi, in un’ottica di riscoperta e rilancio socio-economico, vengono denominate “Proprietà collettive”.
La questione verrà illustrata dalla vicepreside della Facoltà di Lettere dell’Ateneo friulano, Franca Battigelli, e dall’ex conservatore del Museo della Civiltà contadina di Pagnacco, Marta Mauro, alla presenza dell’autrice Alma Bianchetti, professore universitario di Geografia umana, e della studiosa di Proprietà collettive e Beni comuni, Nadia Carestiato.
Ogni serata della festa di San Marco, che nei suoi chioschi proporrà specialità gastronomiche locali, sarà animata da musicisti o disk-jockey (“Dani Dm”, venerdì 6 maggio alle 21; “Dj Albertino”, sabato 7 alle 21; “Cristina”, domenica 8 alle 20.30; Manuel Zolli, sabato 14 alle 21; e “Matti Dj”, domenica 15 alle 18).
La giornata di sabato 7 maggio sarà dedicata a bambini e ragazzi, ai quali gli animatori del “Progetto Walking/Ragazzi si cresce” proporranno un pomeriggio di giochi e spettacoli, a partire dalle ore 17.
Domenica 8 maggio, sono in programma due corse ciclistiche, organizzate dall’Associazione sportiva dilettantistica “Don Bosco”, nelle cui file è cresciuta una delle glorie di San Marco, ovvero la campionessa europea juniores Elena Cecchini. Alle 14, sarà proposto il XIII Trofeo Edilizia Chiarcosso, riservato alla categoria Esordienti donne. Alle 15.30, seguirà la gara per Allieve donne, valida come VII Trofeo Asd Don Bosco, X Trofeo D&D Costruzioni e II Trofeo Vecchia Fontana.
Sabato 14 maggio, la festa di San Marco ospiterà la II Giornata regionale della Proprietà collettiva. L’Associazione “Paîs di San Marc”, infatti, è impegnata nella costituzione dell’Amministrazione dei Beni civici di San Marco per rilanciare, con il sostegno dell’Amministrazione comunale di Mereto di Tomba, le antiche Proprietà collettive della frazione.
Per l’occasione, saranno proposti una mostra-mercato dei Beni civici del Friuli e del Carso triestino (dalle 14 alle 21), quattro laboratori per grandi e bambini sul Pesce di laguna in cucina, sull’Orologeria pesarina, sugli Orti sinergici e di Pedagogia del bosco (alle 14) e un convegno su “La Proprietà collettiva nella pianura riulana. Un altro modo di fare agricoltura”.
L’argomento verrà affrontato dalle ore 17, da Carlo Ragazzi, presidente del Consorzo Uomini di Massenzatica (Ferrara), Lorena Popesso di Aiab Fvg, Ferruccio Nilia della Rete regionale di economia solidale e Piergiuseppe Bravin dei Beni civici di San Govanni di Polcenigo, mentre le conclusioni verranno tirate dall’assessore regionale alle Risorse agricole e forestali, Claudio Violino.
L’Associazione “Paîs di San Marc” (www.paisdisanmarc.tk) e l’Associazione sportiva dilettantistica “Don Bosco”, che promuovono la manifestazione, hanno ottenuto la collaborazione della Parrocchia di San Marco Evangelista e del Coordinamento regionale della Proprietà collettiva, nonché il patrocinio del Comune di Mereto di Tomba.