Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Otubar dal 2010
 

Due importanti convegni al “Salone internazionale del gusto”
PROPRIETà DELLA TERRA E BENI COMUNI

Venerdì 22, il tema della proprietà della terra e dei beni comuni sale alla ribalta del “Salone internazionale del gusto”, in programma a Torino dal 21 al 25 ottobre, a cura di “Slow food” (www.salonedelgusto.it/).

Il primo appuntamento è programmato alle ore 12 di venerdì 22 ottobre, presso la “Sala Gialla” del Lingotto di Torino. Protagonista del convegno, intitolato “Chi ruba la terra all’Africa?”, sarà Franca Roiatti che, con le “Edizioni Università Bocconi” di Milano, ha pubblicato il libro “Il nuovo Colonialismo”.
Insieme a lei si confronteranno Ralava Beboarimisa (Collectif pour la défense des Terres Malgaches), Clara Jamart (Agter), Nyikaw Ochalla (Provincia di Gambela, Etiopia) e Antonio Onorati, presidente di Crocevia.
“Fondazione Slow Food per la Biodiversità” e Regione Piemonte, che promuovono il dibattito, lo presentano con queste parole: «Un nuovo pericolo minaccia l’agricoltura africana, ed è la cessione di terra coltivabile del continente più affamato del mondo a Paesi più ricchi, che si mettono in cerca, capitali alla mano, di terreni e risorse. I governi africani stanno concedendo milioni di ettari ai governi e alle imprese private di Cina, India, Corea, Arabia Saudita e dell’Europa. E i contadini, insieme alla terra, perdono la possibilità di coltivare e di vivere nelle loro comunità. Quanto è grave e diffuso questo fenomeno e quali modelli virtuosi si possono applicare per contrastarlo?».
«I beni comuni sono risorse senza le quali non sarebbe possibile la sopravvivenza del pianeta e del genere umano. L’acqua e l’aria sono le prime a cui si pensa. Ce ne sono molte altre a cui si pensa pochissimo, come la fertilità dei suoli o la salute. Ad altre, poi, non si pensa per niente. I beni comuni vanno tenuti lontano dal mercato, avviando processi condivisi di costruzione di regole affinché a nessuno sia negato quel che gli serve per vivere. E che, quindi, è un suo diritto». Così “Slow food” presenta il convegno “Beni comuni: utopia o necessità?”, in programma alle ore 18 di venerdì 22 ottobre, presso la “Sala Gialla” del Lingotto.
Gli esperti che tenteranno di rispondere al quesito saranno il giurista Stefano Rodotà, l’economista Stefano Zamagni, il sociologo Franco Cassano e il direttore del Centro Studi di Slow Food Cinzia Scaffidi.