Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Novembar dal 2009
 

Lunedì 23 novembre alle 17.30, presso la Biblioteca comunale
I BENI COMUNALI DEL TERRITORIO
Si presenta a Monfalcone il volume “…Perché li abbiate a goder unitamente in comun a pascolo e legne… La singolare valenza storico-sociale dei Beni comunali nel territorio di Monfalcone tra XVI e XIX secolo”

[M. Z.]
L’Associazione culturale bisiaca (www.acbisiaca.it) organizza la presentazione dell’opera “…Perché li abbiate a goder unitamente in comun a pascolo e legne… La singolare valenza storico-sociale dei Beni comunali nel territorio di Monfalcone tra XVI e XIX secolo”, che ha dato alle stampe alcuni mesi orsono.
Il libro, curato da Renato Duca, Marina Dorsi e Renato Cosma, sarà presentato lunedì 23 novembre, alle 17.30 presso la Biblioteca comunale di Monfalcone (in via Ceriani 10).


La «realizzazione di questo volume segna un passo importante nella storia del Territorio Monfalconese. La lunga ricerca archivistica e cartografica compiuta porta alla luce la tematica dei “beni comunali” facendoci conoscere per la prima volta, in modo complessivo, dimensione, consistenza, localizzazione, denominazione e, come cita il titolo, valenza storico-sociale del nostro territorio». Così Marina Dorsi, in qualità di presidente dell’Associazione culturale bisiaca (www.acbisiaca.it), sottolineava nell’introduzione l’importanza del libro “«...Perchè li abbiate a goder unitamente in comun a pascolo e legne...” La singolare valenza storico-sociale dei Beni Comunali nel territorio di Monfalcone tra XVI e XIX secolo”.
Finito di stampare nel maggio 2009, è opera di Renato Duca, della stessa Marina Dorsi e di Renato Cosma, che hanno condotto un impegnativo viaggio «attraverso le carte di archivio», non senza operare un tentativo di «collegamento con la contemporaneità» e con «un occhio rivolto a cosa significa e come è regolata oggi nella nostra Regione, e non solo, la cosiddetta “proprietà collettiva”».
Nell’opera sono trattate le vicende dei villaggi che oggigiorno appartengono alle circoscrizioni amministrative di 8 Comuni della provincia di Gorizia: Doberdò del Lago, Fogliano-Redipuglia, Monfalcone, Ronchi dei Legionari, Sagrado, San Canzian d’Isonzo, San Pier d’Isonzo, Staranzano e Turriaco.
La storia delle loro “Comugne” è esplorata dai tempi del dominio della Repubblica di Venezia fino all’età napoleonica e all’austriaco Regno Lombardo Veneto.
La «complessa vicenda normativa che ha disciplinato i beni comunali attraverso i secoli e nei diversi sistemi di governo – sottolinea nella presentazione Michela Dal Borgo, direttore dell’Archivio di stato di Venezia – viene puntualmente indagata con esaurienti citazioni delle fonti legislative e giuridiche».
Un prezioso contributo all’opera è stato offerto da Alfio Scarpa, che ha realizzato la cartografia aggiornata in cui sono individuate tutte le “Comugne” delle antiche mappe venete ed austriache.