Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Jugn dal 2009
 

Domenica 28 giugno Jus e Srenje del Carso in assemblea
OHRANITEV IN OVREDNOTENJE SKUPNE LASTNINE
Ospite d’onore il giudice costituzionale Paolo Grossi

[Mario Zilli]
“Ohranitev in Ovrednotenje skupne lastnine” (conservazione e valorizzazione della proprietà collettiva): avrà questo titolo l’assemblea ordinaria della Comunanza “Agrarna skupnost”, in programma domenica 28 giugno alle 9.30 presso il teatro comunale “France Preseren” di Boljunec/Bagnoli della Rosandra (Trieste).
L’“Agrarna skupnost” è l’attiva organizzazione che riunisce le 29 Jus/Comunelle e Srenje/Vicinie del Carso triestino.


I lavori dell’assemblea ordinaria della Comunanza “Agrarna skupnost”, in programma il 28 giugno presso il teatro di Boljunec/Bagnoli della Rosandra, si apriranno con la relazione del presidente Marco Leghissa sull’attività svolta e sulle prospettive future dell’organizzazione.
Il dibattito sarà preceduto dai saluti degli ospiti e, in particolare, del giudice costituzionale Paolo Grossi, illustre studioso dei Dominii collettivi nonché attivo componente sia del Centro studi e documentazione sui demani civici e le proprietà collettive di Trento sia dell’Associazione Cervati, di cui è stato presidente fino a pochi giorni orsono.
Nell’invito all’importante convegno sono ribaditi i «principi su cui si basa il lavoro della Comunanza».
«I beni collettivi – si legge nel documento – non hanno solo una valenza economica, ma coinvolgono un mondo di valori che indicano un determinato modo di concepire la vita associata sul territorio carsico, nonché il rapporto della popolazione con il territorio».
«Nascoste agli occhi del mondo e quasi ignorate, esistono nel nostro Paese da tempo immemorabile le Jus/Comunelle e le Srenje/Vicinie, che appaiono meritevoli di particolare considerazione. La sorprendente capacità delle Jus/Comunelle carsiche di sopravvivere ai molti tentativi di soppressione – continua il testo – ha dato luogo al rinnovato interesse generale per questi “residui affascinanti della nostra storia contadina”, della loro importanza e delle loro potenzialità sotto il profilo territoriale, ambientale, economico, sociale e culturale».
«L’interesse e l’attualità delle proprietà collettive si esprime soprattutto nelle parole di chi evidenzia la valenza agricola e ambientale». Le pratiche agro-silvo-pastorali, infatti, «contribuiscono automaticamente a mantenere il bene collettivo nella condizione di continuare ad essere utilizzabile in futuro».
Al termine dei lavori, durante i quali è prevista anche la relazione del collegio sindacale, si terranno le elezioni dei nuovi organi direttivi della Comunanza.
Aderiscono all’“Agrarna skpunost” le seguenti proprietà collettive: Prebeneg/Prebenico; Dolina; Boljunec/Bagnoli, Ricmanje/San Giuseppe della Chiusa, Borst/Sant’Antonio in Bosco, Draga/Sant’Elia, Grocana/Grozzana, Lonjer/Longera, Bazovica/Basovizza, Gropada, Padrice/Padriciano, Trebce/Trebiciano, Bani/Banne, Opcine/Opicina, Prosek/Prosecco, Kontovel/Contovello, Barkovlje/Barcola, Kriz/Santa Croce, Repen, Nabrezina/Aurisina, Semploaj/San Pelagio, Praprot-Trnovca/Prepotto-Ternova, Precnik/Precenicco, Slivno/Slivia, Vizovlje/Visogliano, Mavhinje/Ceroglie, Medja Vas/Medeazza, Devin/Duino.
Per informazioni: telefono e fax 040 226306 - 040 226161 - agrarnaskpnost@yahoo.it.