Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Lui dal 2008
 

Ritorna dal 1° al 3 agosto la “Festa della Comunità di Marano”
SAPORE DI MARE, SAPORE D’AMARE
Appuntamento nell’area della “Vecia Pescaria”

[L. N.]
Ai festeggiamenti – all’insegna della buona musica e della cucina lagunare tradizionale – è invitato tutto il Popolo delle Terre collettive del Friuli e del Carso triestino.

Ritorna dal 1° al 3 agosto la “Festa della Comunità di Marano” nell’area della “Vecia Pescaria”.
Sarà inaugurata venerdì alle 18 con la “La Festa della Mazzancolla” e con la presentazione del libro di poesie in maranese di Giuseppe Ghin, detto Pino delle Are, “Poesia con ironia”. Seguirà una serata musicale animata dal gruppo “Untitled”.
Sabato 2 agosto, la cucina con le specialità maranesi aprirà alle 18. La musica sarà assicurata dal gruppo “Due amici”.
Domenica 3 agosto, la “Festa della Comunità di Marano” proseguirà al mattino (con apertura della cucina alle 11 e intrattenimento musicale offerto dal gruppo “Due amici”) e alla sera (ore 19, concerto del “Duo Opera”).
Nel corso delle serate sarà possibile acquistare il libro della cucina tradizionale maranese “Sapore di mare Sapore d’amare”. Da tale ricettario, curato da Sirle Boscolo ed Emilio Driussi, sono tratte alcune delle gustose e genuine ricette proposte dalla cucina della festa.
L’intera somma ricavata dalla vendita del libro verrà devoluta al Cro di Aviano per la realizzazione di un parco giochi per i ragazzi del centro oncologico e alla “Via di Natale”.
La “Comunità di Marano”, che organizza la festa e l’iniziativa di solidarietà, riunisce i maranesi che, secondo le antiche tradizioni, esercitano in comune il diritto di proprietà sul patrimonio lagunare.
«La eredità dei nostri padri – sottolinea, infatti, il presidente Fabio Formentin, nell’introduzione al ricettario “Sapore di mare Sapore d’amare” – non è solo patrimonio, ma anche valori di condivisione, pacifica convivenza, solidarietà. È nostro dovere custodire il patrimonio e consegnarlo integro ai nostri figli», nell’ottica di quella “equità intergenerazionale” che è caratteristica originaria e peculiare della proprietà collettiva, dai monti al mare.
Per informazioni: www.comunitadimarano.it.