Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Març dal 2008
 
Lago de Sobradinho no Rio São Francisco (www.brasil-turismo.com/)

I Popoli del São Francisco e del Semi-arido si riuniscono per la vita
LA CARTA DI SOBRADINHO

Il documento elaborato il 27 febbraio nella città brasiliana di Sobradinho, nello stato di Rio Grando do Sul

Noi, i 93 movimenti popolari e organizzazioni sociali e le 213 persone partecipanti alla Conferenza dei Popoli del São Francisco e del Semi-arido, svoltasi a Sobradinho (BA), dal 25 al 27 febbraio 2008, rendiamo pubblica la discussione e la decisione di continuare la nostra lotta per la vita del Rio São Francisco e deL Semi-arido brasiliano, contro il progetto di trasposizione, confermando la adesione e la solidarietà di tutti e tutte.

Abbiamo scelto Sobradinho come sede della Conferenza per il suo valore simbolico di resistenza, in questi 30 anni di opposizione, a cui hanno ridato vigore i 24 giorni di digiuno di don Luiz Cappio alla fine del 2007.
La nostra esperienza, sia di quelli presenti che di quelli lontani, vicino a lui in quell’occasione, ha saldato mistica e politica, solidarietà e fede, economia e ecologia, reinventando le nostre forme di azione e collocandoci a un più alto livello di lotta per la vita.

Nella chiesetta del digiuno abbiamo aperto l’incontro, intorno a brocche e piante del Semi-arido, mescolando acqua e terra portata dalle delegazioni, tra cui l’acqua torbida del Rio Tietê e la terra del Cimitero di Perus, dove sono stati sepolti attivisti “desaparecidos” durante la dittatura militare e “indigenti” del Popolo di Strada di São Paulo.

La Conferenza è stata organizzata in rappresentanza dei diversi segmenti delle regioni implicate e di altre zone del paese e straniere, con l’obiettivo di fare un bilancio delle lotte, consolidare l’unità tra realtà e persone coinvolte e definire i passi successivi.

Analizzando la situazione attuale, rifiutiamo ancora una volta questo modello di sviluppo predatorio e escludente che minaccia sempre più il Pianeta.
In Brasile, le politiche del governo federale mantengono il Paese essenzialmente nella condizione di esportatore di materie prime, come i minerali e prodotti agricoli e di allevamento, tra cui gli agrocombustibili, una grande “fazendona” mondiale, come durante il periodo coloniale.

Questo modello persevera la subalternità ai grandi interessi economici internazionali, in assenza di vere politiche pubbliche per il Nordest, specie per il Semi-arido, imponendo megaopere equivoche e non necessarie, come la trasposizione del Rio São Francisco.

Il “socio-sviluppismo” del governo Lula non maschera il suo carattere retrogrado, evidente nelle opere del Pac – Piano Accelerazione della Crescita –, con la flessibilizzazione di regole per il capitale, assistenzialismo sociale e cooptazione delle organizzazioni e dei movimenti sociali. In questo quadro, abbiamo definito i seguenti principi generali e le azioni che faremo.

1. Accesso all’Acqua

Riaffermiamo che l’Acqua è, di per sé, un bene e un valore universale e che l’accesso all’acqua è un diritto umano fondamentale, da secoli negato alla popolazione del Semi-arido, compreso quella del São Francisco. Il modello concentratore di acqua ha fatto costruire molti e sufficieni bacini e pochi sistemi adduttori e ancora mantiene quasi metà della popolazione del Semi-arido senza accesso all’acqua.

La democratizzazione dell’accesso all’acqua deve essere una politica pubblica prioritaria, in tutto il Semi-arido, basata sul principio che il rispetto dei diritti umani è centrale nella società e deve essere applicato da parte di qualsiasi governo. Contemporaneamente deve essere incentivata una nuova cultura dell’acqua, che eviti la dispersione, garantisca la riproduzione di tutte le forme di vita e promuova l’attitudine idro-ecologica.

2. Rivitalizzazione del rio São Francisco

Riaffermiamo che è urgente e prioritaria una vera rivitalizzazione del São Francisco, che recuperi le condizioni idriche e socioambientali del fiume e permetta la sopravvivenza di milioni di persone e ancor più numerose specie che abitano il suo bacino. Per questo è indispensabile interrompere e controllare lo sfruttamento di Cerrado e Caatinga.

La rivitalizzazione non può essere un progetto frammentario e palliativo, puramente propagandIstico, ma un ampio programma discusso con la società e il mondo scientifico e sottoposto a rigoroso controllo sociale.

É di questo che il São Francisco necessita, non di un ulteriore abuso.

3. Trasposizione del rio São Francisco

Rifiutiamo senza condizioni la trasposizione del fiume.

Questa opera riproduce il centenario modello concentratore, che ha escluso milioni di persone da un accesso all’acqua e da un tenore di vita minimamente degno.

È inutile portare ancora acqua a chi già la ha; destinare le acque a fini essenzialmente economici è un’opera disumana che viola il principio che l’acqua è un diritto umano fondamentale.

Per questo stesso motivo rifiutiamo i grandi progetti di irrigazione, che favoriscono solamente le industrie agroalimentari esportatrici.

4. Convivenza sostenibile con il Semi-arido

Consideriamo la convivenza con il Semi-arido un nuovo paradigma di civiltà, tra i più rilevanti e grandi temi nazionali, a cui tutta la società brasiliana si deve interessare e comprendere.

Rifiutiamo l’attuale modello di sviluppo cha da secoli perpetua la concentrazione della terra, dell’acqua e della rendita, escludendo quasi metà della popolazione della regione. Proponiamo un modello giusto, che garantisca accesso alla terra e acqua, basato sulla convivenza con il Semi-arido, modello gà testato nella sua efficacia da innumerevoli programmi.

Le nostre Azioni

a) Lavoro di base: da intensificare in tutte le regioni, specie nel Semi-arido Settentrionale, ma anche in tutto il Paese, nel lavoro unitario dei militanti dei vari movimenti e organizzazioni, utilizzando nuovi sussidi accessibili al popolo, che facciano capire la verità sulla trasposizione e sulle questioni più ampie relative all’acqua, al suo commercio, alla rivitalizzazione del São Francisco e alla questione energetica, che divulghino le alternative, rafforzino la coscienza militante e la organizzazione popolare.

b) Organizzazione e articolazione: realizzare Conferenze regionali/statali; creare nuovi Comitati contro la trasposizione; ampliare le articolazioni regionali e del bacino; mantenere l’artcolazione e l’unità di lotta tra il São Francisco e il Semi-arido, tramite il Cordinamento di questa Conferenza; lavorare partendo da bisogni e alternative (Atlas Nordeste dell’Ana – Agenzia nazionale delle acque – e le iniziative di Asa – Articolazione del Semi-arido), anche nel São Francisco (programma di rivitalizzazione).

c) Comunicazione: massificare la discussione sui temi del São Francisco, Semi-arido e trasposizione, considerando i tre interlocutori differenti (urbano, rurale e base dei movimenti); iniziare una controffensiva alla nuova campagna di propaganda del governo federale; coinvolgere i responsabili della comunicazione delle varie realtà coinvolti, sia la rete di responsabili per la stampa che i comunicatori popolari; lavorare di più con radio e internet, monitorando e divulgando quello che esce sui media.

d) Iniziative di lotta: realizzare marce e altre iniziative creative, in Brasilia e altri luoghi, utilizzando le date del Calendario nazionale di lotte, in cui inserire i temi São Francisco, Semi-arido e trasposzione: 8 Marzo - Giorno della Donna, Aprile Rosso / 17 de abril - Giorno Internazionale della Lotta Contadina, 1º Maggio - Giorno dei Lavoratori, 10-13 Giugno - Giornata delle Organizzazioni della campagna e della Città; 4 Ottobre - Giorno del Rio São Francisco.

e) Chiese: introdurre i temi nelle preoccupazioni e attività pastorali delle Chiese, specialmente nell’Assemblea della Cnbb – Conferenza nazionale dei vescovi del Brasile – (2-11 aprile), distribuendo materiali sussidiari.

Trasformiamo il prossimo 1º Aprile nel “Giorno della menzogna del governo e della verità del popolo”, momento centrale nella nostra agenda di lotte, con attività di protesta e di proposta in tutto il paese.

Sulle sponde del São Francisco, contemplando le sue bellezze e le sue piaghe, con in fondo la diga di Sobradinho, diamo un “sorso d’acqua” al fiume, partendo con l’impegno di difendere la Vita. Mistica, studio e azione, proposti da don Luiz Cappio, sono state le espressioni concrete di questo impegno. Zucche abbellite da nastri colorati, piene di sementi, sono stati i simboli che ogni delegazione ha portato...

Sobradinho 27 febbraio 2008.

Movimento dos Pequenos Agricultores (Mpa); Movimento dei “Colpiti” dalle Dighe (Mab); Movimento das Mulheres Camponesas (Mmc); Movimento dos Trabalhadores Rurais Sem Terra (Mst); Movimento Saúde Pirituba - Sp (Perupi); Marcha Mundial das Mulheres Apoinme; Conselho Pastoral dos Pescadores (Cpp); Comissão Pastoral da Terra (Cpt); Caritas; Conselho Indigenista Missionario (Cimi); Pastoral da Juventude do Meio Popular (Pjmp); Pjr; Conferência dos Religiosos do Brasil (Crb); Comunidades Eclesiais de Base (Cebs); Sefras - Serviço Franciscano de Solidariedade; Serviço Justiça, Paz e Ecologia da Província Franciscana de SP; Serviço Justiça, Paz e Ecologia da Província Franciscana de Imaculada Conceição; Igreja do Carmo de Belo Horizonte; Congregação Filhas de Jesus (Sobradinho/BA); 1ª Igreja Batista (Santa Maria da Vitória/BA), Romaria do Grito dos Excluídos; Misereor; Instituto Regional da Pequena Agricultura Apropriada (Irpaa); Centro Nordestino de Medicina Popular; Consea - Pe; Diaconia; Pacs; Articulação do Semi-Arido (Asa); Aspta; Cais - Centro de Assessoria e Apoio a Iniciativa Social; Rede Ambiental do Piauí; Aabai - Serviço Paz e Justiça; Instituto Palmas; Museu Ambiental Casa do Velho Chico; Associação dos Geógrafos Brasileiros - Seção Aracaju; Associação Pequenos Agricultores Cidadania (Apac); Aapms; Caa - Centro de Assessoria do Assuruá; Sasop; Associação dos Advogados dos Trabalhadores Rurais; Escolas Famílias Agrícolas (Efas); Centro Terra Mar; Comitê da Bacia do rio Salitre; Ecodebate; Sindicatos de Trabalhadores Rurais; Sindicato dos Trabalhadores em Água e Esgoto no Estado da Bahia (Sindae); Pólo Sindical Submédio São Francisco; Sintect-Pe (Sindicato dos Trabalhadores da Empresa de Correios e Telégrafos); Sintagro/Ba; Sindprev/RJ; Aplb - Sindicato de Santa Maria da Vitória; Fórum Permanente da Bahia em Defesa do São Francisco; Frente Cearense por uma Nova Cultura de Água Contra a Transposição; Frente Paraibana em Defesa da Terra, das Águas e dos Povos do Nordeste; Comitê Paulistano Contra a Transposição; Cese; Koinonia; Abcmac - P1+2; Acides; Amides; Água Viva; Paróquias: Campo Alegre de Lourdes/BA, Sobradinho/BA, São Francisco de Assis/BA, Paulo Afonso/BA, Nossa Senhora das Dores; Secon; Rede Social; Jornal Brasil de Fato; Conlutas; Diretório Central dos Estudantes de Minas Gerais; Consulta Popular; Psol; Pstu; Puc Minas; Dce Ufmg; Universidade de Innsbruck - Instituto de Geografia; Unb; Federação Argentina de Estudantes de Agronomia; Executiva Nacional dos Estudantes de Veterinária; Grupo Nascer (Ufmg); Lições da Terra (Puc Minas); Federação dos Estudantes de Agronomia do Brasil (Feab); Geografar - Ufba; Ufs - Campus Itabaiana (SE); Uneb; Povos indígenas - Pipipã, Truká e Tupã; Comunidades Quilombolas, Vazanteiros, Geraiseiras, Catingueiras e pescadores; Colônia de Pescadores: Z-20 (Ibiaí/MG); Juazeiro, Z-07 (Neópolis/SE); Federação dos pescadores de Alagoas; Reserva Extrativista São Francisco - Serra do Ramalho