Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Novembar dal 2007
 

Incontro dell’Union
I LADINI IN DIFESA DEGLI USI CIVICI
Il Comune vuole eliminare i comitati

[D. F.]
L’articolo pubblicato nell’edizione di Belluno de Il Gazzettino del 15 novembre

L’Union di Ladins da Rocia, organizza domenica 18 novembre (alle 16.30), nella sala del Teaz di Rocca Pietore un incontro pubblico per l’approfondimento del problema sulla gestione degli usi civici. Interverrà don Floriano Pellegrini, ritenuto uno dei massimi esperti dell’argomento e autore di varie pubblicazioni sul tema. All’incontro, oltre alla popolazione sono stati invitati anche i componenti dell’amministrazione comunale. Una riunione che l’Union di Ladins da Rocia ha voluto promuovere per meglio informare la popolazione su tale argomento, prima che la comunità si esprima in merito alla gestione degli usi civici, in quanto si legge nel comunicato: «Prima di modificare antiche consuetudini, eredità dirette del nostro illustre passato e che da secoli vigilano sul territorio è bene informarsi». Una decisione questa scaturita dopo che il Comune ha recapitato ad ogni famiglia di Rocca una scheda nella quale si chiede che ci si pronunci sulla volontà di continuare ad eleggere i Comitati frazionali, che hanno gestito per il passato la questione degli usi civici, Comitato frazionali che vengono eletti ogni quattro anni attraverso una consultazione popolare, oppure che la questione usi civici venga surrogata al consiglio comunale, che in assenza dei Comitati frazionali avrebbe facoltà di esprimersi in materia. Secondo L’Union dei Ladins de Rocia, la lettera informativa, che accompagnava la scheda di quesito non sarebbe per nulla esauriente nell’illustrare ed informare il cittadino sulla questione degli usi civici, questione che come fanno notare gli stessi responsabili dell’Unione a molti è sconosciuta tanto che molte persone si sono rivolti alla stessa Unione dei Ladins per poter avere delle delucidazioni in merito prima di esprimere il loro giudizio sulla scheda comunale. Da qui la decisione di poter organizzare un incontro pubblico che possa essere di aiuto a comprendere meglio la materia inerente ai terreni comunali gravati da uso civico.