Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Avost dal 2007
 
I cantieri di Promotur sulle proprietà collettive di Priola e Noiariis, nel novembre 2006

Domenica 26 agosto con Lagambiente
STOP AGLI SCEMPI E AGLI ESPROPRI
In marcia per la salvaguardia dell’ecosistema alpino, per uno sviluppo sostenibile delle risorse montane rinnovabili e contro gli scempi delle nostre montagne

Il circolo Legambiente della Carnia domenica 26 agosto organizza un’escursione sul monte Zoncolan, per denunciare gli interventi realizzati da Promotur e contestare il progetto di creare 1650 nuovi posti letto in quota.

Meta della camminata saranno i Monti Arvenis e Tamai, che saranno affrontati salendo dalla località Pian di Val, nelle vicinanze delle vasche create per l’innevamento artificiale delle piste da sci. Queste montagne, rinomate per lo splendido panorama a 360° che consentono di godere grazie alla loro posizione isolata al centro della Carnia, rischiano ora di essere ricordate per lo stravolgimento attuato da Promotur, secondo la logica di creare piste di discesa ovunque e comunque.
Nel corso dell’escursione si potranno verificare le opere realizzate, che sono state alla base delle motivazioni dell’assegnazione della “bandiera nera” di Carovana delle Alpi 2007, e si potranno ascoltare le testimonianze di amministratori locali e rappresentanti delle Proprietà collettive. I recenti interventi sul monte Tamai, infatti, sono stati realizzati sulle terre di Priola e Noiariis senza le debite autorizzazioni e senza alcun coinvolgimento dell’Amministrazione frazionale. Per tale ragione, gli amministratori erano giunti a richiedere perfino il sequestro della seggiovia abusiva (cfr. La Vicìnia del marzo 2006). Ma fra Proprietà collettive e Promotur sono aperte anche altre vertenze sia in Val Canale (Camporosso) che nel comprensorio del Piancavallo, nel Friuli occidentale.
I partecipanti si ritroveranno alle 10 presso il parcheggio antistante il rifugio Enzo Moro (m. 1320). La partecipazione è gratuita; pranzo al sacco a cura di ogni partecipante.