Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Jugn dal 2003
 

Lidrîs fuartis te sô tiere e te sô storie e determinazion tal frontâ formis gnovis te gjestion dal bosc e dal teritori
UN TESAUR PAL AVIGNÎ



L’Amministrazione frazionale di Pesariis (in Comune di Prato Carnico) di gestisce una proprietà collettiva di diritto pubblico così caratterizzata: 747 ettari di superfici improduttive (boschi di protezione, percorsi valanghivi, praterie alpine, prati improduttivi, frane, rocce); 554 ettari di bosco di produzione, classe economica unica A, suddiviso in 26 particelle boscate comprese tra gli 820 ed i 1700 metri slm con abete rosso 54%, abete bianco 29%, faggio 13%, larice 4%; 284 ettari di bosco, prevalentemente a latifoglie, concesso in enfiteusi/godimento gratuito ai Frazionisti di Pesariis per ricavarne legna da ardere, quale diritto di uso civico. Vi sono poi gli immobili: la “Casa storica dell’orologio” (sede dell’Amministrazione); l’Albergo di Pradibosco (m. 1200 slm); il “Residence pesarino” (6 monolocali più 3 bilocali mansardati per vacanze, in paese); il “Bivacco Entralais” (a m. 1572 slm nelle Dolomiti pesarine); le Case per ferie “Da Cuesta” e “Palabona” (nel versante sud della val Pesarina); l’edificio dell’ex caseificio sociale cooperativo di Pesariis, nonché altri manufatti minori. Nell’ambito della proprietà fondiaria, l’Amministrazione frazionale ha realizzato 3 nuove piste forestali per complessivi 15 km, grazie ai benefici della misura “Filiera legno” dell’Obiettivo comunitario 5b. Riguardo la proprietà immobiliare, l’Amministrazione ha recentemente completato la parziale ristrutturazione dell’Hotel Pradibosco, investendo 1,5 miliardi di lire, di cui 945 milioni di contributo regionale. Inoltre, nel “Residence pesarino”, è stato installato il riscaldamento autonomo e completato l’arredo, con un investimento di 90 milioni di lire in mezzi propri. Oltre alla gestione del patrimonio comune indiviso, l’Amministrazione si impegna in opere di miglioramento dell’abitato: recentemente sono stati sostituiti i punti luce dell’impianto di illuminazione pubblica ed è stata ricostruita una fontana. Sono infine in progetto, e già parzialmente finanziate dal “Piano regionale di Sviluppo rurale”, le opere di manutenzione straordinaria dei manufatti del “Lavatoio pubblico” e della “Fontana dal Solpar”, mentre nell’edificio dell’ex caseificio sociale cooperativo di Pesariis sarà entro breve realizzato un “Centro di documentazione storica” dell’Amministrzione frazionale. Infine, oltre al riconosciuto diritto di legnatico e nei limiti delle sue possibilità istituzionali ed economico-finanziarie, l’Amministrazione interviene con piccoli trasferimenti economici a favore di eventuali persone bisognose e sostiene parzialmente la residenza in montagna, riconoscendo un contributo forfettario di 1 milione di lire per i libri di testo ed il materiale di dattico agli alunni che frequentano la I classe media.