Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Setembar dal 2006
 
Manifestazion a pro des Propietâts coletivis in Cjargne, intant dal Zîr d’Italie dal 2003

Dall’Università di Padova per studiare le Proprietà collettive della Carnia
TERRE CIVICHE E GEOGRAFIA
Domenica I ottobre, Attività didattica a Pesariis, Tualis e Ravascletto

[L. N.]
Una decina di studiosi dell’Università di Padova impegnati nel Dottorato di Ricerca in “Uomo e Ambiente” del Dipartimento di Geografia “G. Morandini”, domenica 1° ottobre, saranno in Carnia per un’attività didattica sulla Proprietà collettiva.

Il programma di lavoro, messo a punto dalla dottoressa Nadia Carestiato in collaborazione con il Comitato promotore dell’Uso civico di Ravascletto prevede, alle 10, un incontro con Delio Strazzaboschi, amministratore della Proprietà collettiva di Pesariis (www.pesariis.it), che illustrerà la gestione dei Beni collettivi di questa frazione della Val Pesarina, come esempio dell’importante ruolo svolto da tale tipologia proprietaria all’interno delle dinamiche del territorio e del suo sviluppo sostenibile. La riunione si terrà nel Centro frazionale di Pesariis.
Il trasferimento a Ravascletto avverrà passando per Tualis di Comegliàns, dove il gruppo di studiosi padovani incontrerà, presso la trattoria “La Galogia”, il presidente del Consorzio privato e dell’Amministrazione dei Beni di Tualis e Noiaretto, Giorgio Mazzilis. Nel pomeriggio, l’esperto carnico di Terre collettive Stefano Barbacetto guiderà il gruppo dell’Università di Padova nel bosco di “Postavieles” alla ricerca dei termini confinari tra i beni degli abitanti di Zovello e di Ravascletto e per una lettura del paesaggio della vallata, attraverso i suoi mutamenti nella storia, e dei diversi modi di gestione del bosco legati alla diversa natura giuridica del suolo.
Al termine della giornata di studio, ci sarà un incontro informale – intitolato “La proprietà collettiva delle comunità di Ravascletto e Pesariis tra storia, attualità e progettualità futura” – con la comunità locale, alla presenza del supervisore del Dottorato di ricerca Massimo De Marchi, ricercatore presso il Dipartimento di Geografia “Morandini”.
Alle 15 presso la “Cjasa da Vicìnia” di Ravascletto, Stefano Barbacetto, cultore di Storia del diritto medievale e moderno presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Verona, aprirà la riunione con una relazione dal titolo “Beni di tutti o beni di nessuno? Boschi e pascoli comuni nel paesaggio di Carnia”, cui seguirà il dibattito. All’incontro sono invitati i rappresentanti delle altre Proprietà collettive della Carnia (Fielis, Forni di Sotto, Givigliana, Liariis, Osais, Pesariis, Priola e Noiaris, Tualis e Noiaretto, Valle e Rivalpo) e gli amministratori pubblici locali.