Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Fevrâr dal 2006
 
Il popolo delle Terre civiche interpella l’assessore Marsilio
UNA MONTAGNA DI VINCOLI

[L. N.]
Risarcimento dei legittimi proprietari dei terreni espropriati per la realizzazione di piste da sci, semplificazione e adattamento dei Regolamenti forestali alle secolari pratiche delle Proprietà collettive, gestione condivisa dei Parchi e delle Riserve naturali: sono le 3 principali questioni che il Popolo delle Terre civiche della Val Canale e del Carso ha sottoposto alla attenzione dell’assessore regionale alle Risorse agricole, naturali e forestali e alla Montagna, Enzo Marsilio.

L’incontro si è svolto venerdì 3 febbraio, presso il municipio di Malborghetto, a cura della Associazione dei Consorzi vicinali della Valcanale, della Comunanza agraria Agrarna Skupnost e del Coordinamento regionale tra i Comitati per la Amministrazione separata degli Usi civici e i Consorzi di Comunioni familiari delle Terre collettive. I 3 organismi erano rappresentati dai rispettivi presidenti Martino Kraner, Marco Leghissa e Carlo Grgic. Quest’ultimo ha annunciato che a marzo verrà costituito un nuovo livello di protezione e promozione delle Proprietà collettive: nascerà infatti la Consulta nazionale che coordinerà 400 associazioni attive in tutte le regioni italiane. L’assessore Marsilio si è impegnato ad approfondire le questioni che gli sono state sottoposte. Ha fatto presente che il Testo unico forestale è in via di rifacimento e che si sta operando pure per una modifica della legge 42 sui Parchi, che preveda, alla base, un percorso concertativo e di condivisione dal basso dei Piani di conservazione e sviluppo. Per quanto riguarda le pendenze fra legittimi proprietari dei terreni sui quali insistono piste da sci e Promotur, l’assessore regionale si è impegnato a verificare l’iter degli espropri e per il riconoscimento degli affitti dovuti.