Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Avost dal 2020
 

Anche la Carnia, dal 1° settembre al 4 ottobre, celebra il “Tempo del Creato”
CRISI AMBIENTALE E STILI DI VITA
In programma la mostra “Il Grido della Terra” e una “Camminata per la Terra”

Rinnovare «il dialogo sul modo in cui stiamo costruendo il futuro del pianeta» è un’urgenza inderogabile ed è indispensabile «un confronto che ci unisca tutti, perché la sfida ambientale che viviamo, e le sue radici umane, ci riguardano e ci toccano tutti». Nonostante le limitazioni causate dall’emergenza sanitaria, anche quest’anno, un nutrito gruppo di realtà ecclesiali e sociali della Carnia, ha accolto questo pressante appello di Papa Francesco, promuovendo una serie di iniziative per celebrare, dal 1° settembre al 4 ottobre, il “Tempo del Creato”.

Per tutte le Chiese cristiane di ogni Confessione, la celebrazione prenderà il titolo di “Giubileo per la terra”, rievocando l’istituzione biblica che richiama la necessità di un «equilibrio giusto e sostenibile tra realtà sociali, economiche ed ecologiche».
«La lezione del Giubileo biblico – hanno scritto per l’occasione i portavoce del Consiglio ecumenico delle Chiese e del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa, Christian Krieger e Angelo Bagnasco – ci indica la necessità di riequilibrare i sistemi di vita; afferma la necessità di uguaglianza, giustizia e sostenibilità; afferma la necessità di una voce profetica in difesa della casa dell’uomo».

Due sono le iniziative programmate in Carnia, in questo tempo speciale dell’anno, con il sostegno del Centro missionario e della Caritas diocesani di Udine. Innanzitutto, sarà allestita la mostra fotografica “Il Grido della Terra”, che in 12 pannelli presenta l’enciclica “Laudato si’” di Papa Francesco, pubblicata il 24 maggio 2015.
Sarà esposta in due sedi (ad ingresso libero), a cura dell’Arciconfraternita dello Spirito Santo “Pieres Vives”, del Circolo culturale fotografico carnico e del gruppo “Beni collettivi” della Carnia. Dall’1 al 13 settembre, sarà visitabile presso la Cappella ecumenica della “Polse di Cougnes” (nei pressi della Pieve di San Pietro in Carnia), con orario continuato dalle 9 alle 18 di tutti i giorni e con la possibilità di arricchire la visita con la salita a piedi da Zuglio, percorrendo il “Sentiero di San Pietro con le Laudi di San Francesco”. L’esposizione sarà poi allestita, grazie alla collaborazione del Museo carnico, presso «Casa Gortani», a Tolmezzo (in via del Din 6), dove “Il Grido della Terra” sarà visitabile dal 15 settembre al 4 ottobre, negli orari d’ufficio del “Bim”, ovvero 8-13 e 14-17 dei giorni feriali (eccettuati mercoledì e venerdì pomeriggio e il sabato).

La seconda iniziativa messa a punto per il “Tempo del Creato” 2020 sarà animata dai gruppi “Fridays for future” Carnia ed “Extinction rebellion”. Si tratta di una “Camminata per la Terra”, in programma sabato 12 settembre. I partecipanti percorreranno il “Troi di San Pieri”, a partire dalle 14.30 (con ritrovo al parcheggio di via Fielis, a Zuglio), raggiungendo la Pieve di San Pietro dove si svolgerà una merenda al sacco e un confronto fra diverse realtà impegnate concretamente nel contrasto della crisi climatica e ambientale.
La camminata sarà accompagnata da riflessioni sul “Cantico delle Creature” di Francesco d’Assisi e sull’enciclica “Laudato si’”.

Nel resto d’Italia, le principali manifestazioni organizzate per il “Tempo del Creato” si concentreranno il 1° settembre, da 15 anni indicato dalla Conferenza episcopale come “Giornata nazionale per la custodia del Creato”.
Il Consorzio Uomini di Massenzatica (“Cum”), Dominio collettivo emiliano che nel 2019 ha vinto il “Premio Nazionale del Paesaggio”, sarà uno dei protagonisti della celebrazione nazionale, organizzata dalla “Cei” e dall’Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio.
L’avvenimento si articolerà in un convegno di studi nella giornata di sabato 5 settembre, con inizio alle 10 presso l’Azienda agricola bonifiche ferrarresi Jolanda di Savoia, a Ferrara, e con la celebrazione eucaristica di domenica 6 settembre nella Concattedrale di Comacchio (trasmessa da “Rai 1”, alle 10.55).
Il presidente del “Cum”, Carlo Ragazzi, presenterà una relazione intitolata “Uso dei terreni e Natura come fattori inclusivi. Un esempio di modulo organizzativo della proprietà collettiva nel Basso Ferrarese”.
Il programma completo della Giornata di Ferrara e Comacchio è scaricabile all’indirizzo: www.usicivici.unitn.it/download/newsletter/20200818_2338LocandinaGiornataNazCreato2020.pdf.