Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Setembar dal 2019
 

A Spoleto, le “Giornate umbre degli Assetti fondiari collettivi”
STORIA E FUTURO DEI DOMINI COLLETTIVI
Sono in programma il 20 e il 21 settembre

[M. Z.]
“Storia e futuro dei Domini collettivi”: questo è il tema scelto per la IX edizione delle “Giornate umbre degli Assetti fondiari collettivi”, in programma il 20 e il 21 settembre, presso il complesso monumentale di San Nicolò, a Spoleto.
Fra i protagonisti del confronto, promosso dalla Comunanza agraria San Severo-Ocenelli-Roselli-San Gregorio-La Costa, i professori Francesco Nuvoli e Fabrizio Marinelli, Paolo Grossi e Pietro Nervi.


Le “Giornate umbre degli Assetti fondiari collettivi” si apriranno venerdì 21 settembre con una sessione dedicata alla “Storia dei Domini collettivi”.
Dopo la presentazione di Sandro Ciani, coordinatore delle Associazioni agrarie dell’Umbria, il presidente del Centro studi “Demani collettivi Sardegna”, Francesco Nuvoli, presiederà i lavori, coordinando gli interventi di Fabrizio Marinelli dell’Università dell’Aquila (“Proprietà individuale e proprietà collettiva tra storia e diritto”), di Andrea Maiarelli della Pontificia Università Lateranense (“L’Abutinatum Castri Buschierti: un caso esemplare di uso civico di origine medievale”) e di Maurizio Cancelli, presidente della Comunanza agraria di Cancelli (“L’uomo, centro delle Comunità agrarie”).
La seconda sessione delle “Giornate umbre degli Assetti fondiari collettivi” si aprirà sabato 21 settembre, alle 9, presieduta e coordinata dal presidente emerito della Corte costituzionale, Paolo Grossi. Le relazioni prenderanno in esame il “Futuro dei Domini collettivi”.
Di “Gestione patrimoniale dei Demani collettivi” parlerà Pietro Nervi, presidente del Centro studi e documentazione sui Demani civici e le Proprietà collettive dell’Università di Trento.
Seguiranno le relazioni: “Gli Assetti territoriali collettivi e la governance del capitale naturale e dei servizi economici diversi per lo sviluppo sostenibile del territorio”, a cura di Adriano Ciani, segretario generale dell’Associazione mondiale Aree rurali “Amar”; “Paesaggio e Comunità dei Domini collettivi”, a cura di Andrea Sisti, presidente dell’Associazione mondiale degli Agronomi; e “Tutela e valorizzazione delle risorse e bellezze naturali”, a cura di Giovanni Marinelli del Politecnico di Ancona.
Prima delle conclusioni del professor Paolo Grossi, alle 11.30, è prevista la testimonianza del Consorzio Uomini di Massenzatica, che ha vinto il “Premio nazionale del Paesaggio” 2019.
Per informazioni: Assessorato all’Ambiente del Comune di Spoletto (0743 218133 - www.comune.spoleto.pg.it).