Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Avost dal 2018
 

La “Regola Feudale di Predazzo” presenta la sua storia secolare
GOVERNO DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO
Una mostra racconta un’istituzione di lunga tradizione la cui storia è fortemente legata alla nascita di Predazzo

Il “Museo Geologico delle Dolomiti” di Predazzo ospita, fino al 23 febbraio 2019, la mostra: “La Regola Feudale di Predazzo, gestione del bene comune”.
L’esposizione è curata dalla “Regola Feudale di Predazzo”, in collaborazione con il Comune e con la “Fondazione Museo Storico del Trentino”.


La mostra “La Regola Feudale di Predazzo, gestione del bene comune” è stata inaugurata il 13 luglio. Frutto del dialogo che il Museo Geologico ha istaurato con le istituzioni del territorio, illustra le principali tappe della storia della Regola, costituitasi nel corso del tardo Medioevo, fondando le proprie radici sulla cultura della gestione condivisa e partecipata del territorio del Monte Vardabe o Monte Feudo.
La Regola Feudale di Predazzo rappresenta un modo diverso di possedere, caratterizzato – dal punto di vista giuridico – da un ordinamento privatistico che riconosce il diritto di godimento comunitario su dei Beni a un insieme di persone, i “Vicini”. Questo tipo di organizzazione riveste una grande importanza per la tutela dei beni territoriali materiali come boschi e pascoli e anche immateriali, come il paesaggio e la cultura del luogo.
L’allestimento trae spunto dagli studi raccolti nel volume “La Regola Feudale di Predazzo. La storia, l’autogoverno, l’economia e le tradizioni nella particolare natura giuridica di una comunità solidale”, pubblicato nel 2017, e valorizza preziosi documenti d’archivio, fonti orali, interviste e immagini d’epoca.
In considerazione dell’importanza del bosco per l’istituzione collettiva, l’allestimento della mostra porta un pezzo di foresta del Monte Feudo dentro il museo. La visita è quindi una sorta di “passeggiata” all’interno della storia e del bosco, durante la quale si possono ammirare anche i documenti fondativi della Regola, tra i quali il più antico conservato, risalente al 1388, e il primo statuto, datato 1608.
La mostra “La Regola Feudale di Predazzo, gestione del bene comune” è stata curata da Rosa Tapia e Riccardo Tomasoni per il Museo Geologico delle Dolomiti e da Alberto Felicetti “Checolin”, Bruno Bosin, Guido Dezulian e Giacomo Boninsegna per la Regola Feudale di Predazzo. L’esposizione ha visto la preziosa collaborazione di studiosi che da tempo si occupano della storia della Regola: Italo Giordani e Rodolfo Taiani della “Fondazione Museo Storico del TrentinoE e Annibale Salsa, membro del comitato scientifico del “Museo Usi e Costumi della Gente Trentina” e della Fondazione “Dolomiti Unesco”.
Il Museo di Predazzo è specializzato nella geologia delle Dolomiti, in particolare delle Valli di Fiemme e Fassa. Fondato nel 1899 per iniziativa della Società Magistrale di Fiemme e Fassa, raccoglie collezioni geologiche costituite da un patrimonio di oltre 11 mila esemplari, tra cui la più ricca collezione di fossili invertebrati delle scogliere medio-triassiche conservata in Italia. Il Museo si completa e allarga sul territorio circostante con il “Sentiero geologico del Dos Capèl” fruibile nel periodo estivo.
L’ingresso è compreso nel costo del biglietto del museo. Orari: martedì-sabato, 10-12.30 e 16-19.

Per informazioni:

www.regolafeudale.it

www.muse.it/it/Esplora/Eventi-Attivita/Archivio/Pagine/Mostra-Regola-Feudale-Predazzo-2018.aspx