Jentrade / Articui / La Vicìnia
Jentrade/Gnovis
  Leams/Links
"La Vicìnia"
Avost dal 2016
 

Partita la nuova campagna di raccolta fondi a cura della Fondazione “Santo Stefano”
PER I PRATI DELLE PARS DI TEGLIO
«Uno spazio per chi vuole silenziosamente osservare ed essere parte della vita della natura»

[M. Z.]
La Fondazione di comunità “Santo Stefano”, onlus che opera nel Friuli concordiese in provincia di Venezia, fra i progetti selezionati con il bando n. 25/2016, ne ha scelto uno riguardante una particolare forma di “proprietà collettiva” in Comune di Teglio su cui ha lanciato una campagna di raccolta fondi specifica.

La raccolta a favore del progetto ambientale “Alla ricerca di un mondo perduto” dedicato ai Prati delle Pars di Teglio Veneto è partita il 26 luglio (http://fondazionesantostefano.it/due-nuove-campagne-di-raccolta-fondi-a-cura-della-fondazione-santo-stefano-onlus/).
I Prati delle Pars sono un’oasi ambientale incontaminata, situata fra Teglio e i Comuni della Bassa friulana, in cui grazie alla cura dell’Associazione Prati delle Pars (www.pratidellepars.it), affiancata da esperti del settore, è stato avviato trent’anni orsono un progetto di ripristino ambientale per ricreare un’area naturale popolata da diverse specie selezionate di fauna e flora autoctone.
In questa realtà si può entrare in contatto con un mondo rurale antico che rispetta i cicli naturali e la biodiversità delle specie. I Prati delle Pars sono uno spazio dedicato a chi vuole silenziosamente osservare ed essere parte della vita della natura.
Il progetto dedicato a Teglio, che ha un costo totale di 28 mila euro, prevede la messa in sicurezza della viabilità ciclopedonale e il miglioramento della cartellonistica informativa dei luoghi visitabili. L’area dei Prati delle Pars è già utilizzata a scopo educativo da numerose associazioni ed enti fra cui istituti scolastici e università.
Per poter custodire al meglio questo mondo naturale, l’obiettivo della raccolta fondi è quello di raccogliere dalla Comunità 12 mila 400 euro.
Dopo aver raggiunto questo obiettivo dalla Comunità, la Fondazione “Santo Stefano” premierà il territorio che ha donato, sostenendo il progetto con un contributo di 10 mila euro, come previsto dal bando.
«Sono due progetti importanti – afferma il presidente Antonio Bertoncello, riferendosi anche ad un’altra raccolta presto in partenza – che interessano due sfere caratteristiche per il nostro territorio: l’ambiente e la formazione. Negli ultimi tempi sentiamo spesso parlare di Filantropia Istituzionale, che significa stringere rapporti di stretta collaborazione fra società civile, istituzioni e politica, mondo imprenditoriale e organizzazioni benefiche, per dare risposta a problemi complessi che interessano tutti.
Il ruolo delle fondazioni deve evolversi in questo senso, perché insieme, con il lavoro di tutti gli attori della società in cui viviamo, possiamo contribuire a un cambiamento sistematico e concretizzare obiettivi complessi che singolarmente non potrebbero essere realizzati.
Ecco perché la Fondazione Santo Stefano sta investendo sulla sua attività fondamentale: rendere partecipe la comunità con progetti che la interessano direttamente e che vengono proposti e sostenuti dal territorio stesso. Questi due progetti su cui stiamo lanciando le campagne di raccolta fondi specifiche sono trasversali e interessano un territorio ampio, oltre i confini del portogruarese. Allora l’invito è di iniziare veramente a lavorare in sinergia per il bene delle nostre Comunità».
Le donazioni potranno essere eseguite on-line, collegandosi al sito www.fondazionesantostefano.it e sostenendo il progetto all’interno della pagina “Dona Ora”; mediante bonifico bancario a favore di “Fondazione di comunità Santo Stefano” IT 57 Q 08965 36240 003003011964 - causale “Mondo perduto”; presso la sede della Fondazione, a Portogruaro in via Zappetti 21/F (Residence “Domus Viva”) dal lunedì al venerdì (10-12.30); infine, presso la sede dell’associazione “Prati delle Pars”, a Teglio in via Ippolito Nievo 18.
Ogni donazione è fondamentale e sarà accompagnata da una sorpresa legata ai Prati delle Pars, ritirabile presso la sede della Fondazione o dell’associazione di Teglio.